Skip to main content

Tennis: Internazionali d'Italia, Musetti raggiunge Tsitsipas agli ottavi

Lorenzo Musetti supera Frances Tiafoe 5-7 6-4 6-3 e raggiunge csì agli ottavi di finale Stefanos Tsitsipas. Non sarà purtroppo derby italiano, visto che il greco ha battuto Sonego

Niente derby italiano, ma un azzurro dei due comunque c’è: Lorenzo Musetti compie l’impresa su Frances Tiafoe e se la vedrà con Stefanos Tsitsipas che purtroppo ha battuto il nostro Lorenzo Sonego. Il carrarino vola così agli ottavi di finale, un traguardo importante che rafforza il percorso di crescita visto a Barcellona e Monte Carlo. 5-7 6-4 6-3 il punteggio di un match combattutissimo, al limite della schizofrenia, soprattutto nella giornata di lunedì. A complicare tutto anche il meteo: la pioggia infatti è tornata a tormentare il Foro Italico, costringendo gli organizzatori a sospendere il match durante il terzo set e riprendere nella giornata di martedì.
Torniamo a lunedì: nel primo set, una gara giocata a fiammate da entrambi, Lorenzo non manda grandi segnali di continuità. A steccare di più in avvio di match però è Tiafoe, il primo a consegnare nelle mani dell’avversario un break orrendo. Cinque errori grossolani, culminati col doppio fallo che porta Musetti avanti 3-1. Il ritmo degli scambi però è dettato sistematicamente dallo statunitense, a cui basta trovare una quadra alla profondità dei propri colpi per mettere in affanno l’azzurro. L’allievo di Tartarini si salva su due palle break al sesto gioco, ma non può nulla al turno di battuta successivo. Ristabilita la parità, Tiafoe coglie l’attimo giusto per scongiurare il tiebreak: sul 6-5 in suo favore, il nativo di Washington si ritaglia tre succosi set point sulla battuta del carrarino. Musetti è bravo ad annullare i primi due con un contropiede micidiale e un buon scambio prolungato, ma sul terzo risulta fatale un doppio fallo.
Gli scambi si allungano nettamente col proseguire della partita: Tiafoe fa e disfa al timone, e Musetti non può far altro che ringraziare e raccogliere. Il carrarino vola sul doppio break di vantaggio (5-2) e riesce a sigillare il parziale della redenzione nonostante qualche spavento di troppo: Tiafoe infatti scioglie completamente il braccio e recupera un break, poi rinvia tutto ai vantaggi sulla battuta dell’azzurro. Sul 5-4 Musetti ha bisogno di tre set point per mettere al suo posto il tignoso americano, che intanto comincia a innervosirsi col pubblico.
La pace mentale di Tiafoe si esaurisce completamente all’inizio del terzo set con l’infittirsi della pioggia: a un certo punto non si gioca né sul Centrale, né sul Pietrangeli, ma si continua solo sulla GrandStand Arena. Tiafoe è un gatto bagnato e furioso, risponde per le rime all’arbitro e al pubblico. Ne approfitta scaltramente Musetti, che vola sul 2-0 in avvio di terzo set. Tiafoe tiene poi il servizio per il 2-1 di Musetti, ma a questo punto si interrompe tutto e si rinvia all’indomani.Il martedì, dopo aver atteso i tre set della sfida vinta sul Grand Stand da Rune su Popyrin, sul campo torna un Musetti più combattivo che mai, mentre lo statunitense sembra ancora un po’ frettoloso. Si va via velocissimi, con entrambi che tengono i rispettivi turni di battuta senza problemi fino al 4-2, poi però Tiafoe nel game successivo si ritrova a dover salvare tre palle break. Si va dunque sul 4-3 per Musetti che diventa rapidamente 5-3. A questo punto il giocatore USA è chiamato a servire per salvarsi, ma concede due match point. Sul primo la risposta di Musetti finisce in rete, sul secondo però Musetti arriva a prendere una comoda palla corta e infilza l’avversario rimasto a rete, che ci arriva ma la butta fuori male. Vittoria dunque e appuntamento in serata, non prima delle 20:30, per l’incontro con Tsitsipas.