Skip to main content

Superlega: Piacenza batte Verona

La squadra di Bernardi ha vendicato la sconfitta della gara di andata e si prende momentaneamente il sesto posto in classifica.

Da una parte il Piacenza che ha assolutamente bisogno di tre punti per puntare al sesto posto in stagione regolare, dall’altro il Verona che deve garantirsi la salvezza e allo stesso tempo anche un posto nei playoff. Ne esce vincitrice il Piacenza, che gioca un incontro tutta sostanza regalandosi un meritato 3-0. Lagumdzija parte alla grande e insieme a Recine, è protagonista del vantaggio dei padroni di casa capaci di arrivare fino al 16-11. I biancorossi sono attenti e ordinati mentre Verona fatica a tenere il ritmo così gli ospiti si trovano presto sotto 1-0. I padroni di casa sono granitici a muro, ne otterranno sei vincenti nel secondo parziale, e si appoggiano sul fondamentale fermando Mozic per il 10-6, poi Recine si conferma fra i migliori e respinge l’attacco ospite guadagnandosi il 15-12. Quando anche Rossard mette in mostra le proprie qualità il tabellone segna 20-16, ma gli ospiti impiegano un paio di scambi per tornare sotto: un ace di Jensen, un attacco di Mozic e gli Scaligeri fanno sentire il fiato sul collo agli emiliani. I biancorossi restano sempre avanti ma non trovano mai un nuovo allungo fino a quando un attento Lagumdzija non firma il 25-23. Sotto 2-0 Stoytchev rivoluziona la squadra, cambia la regia inserendo Raphael, lascia in campo Magalini e dopo pochi punti del terzo set manda in campo anche Qafarena per Jensen. Serve a poco perché la Gas Sales Bluenergy non sbaglia nulla e continua ad essere precisa a muro e in difesa. Lo conferma il 17-11 che regala ai biancorossi un finale di gara tutto in discesa.