Skip to main content

Superlega, cambia tutto: 64 squadre, 3 livelli e tutte le partite gratuite in tv

Dopo la sentenza, A22 presenta il nuovo progetto: nel livello “inferiore” i club entreranno in base ai risultati nei campionati nazionali.

La Superlega è pronta. Quelli di A22 hanno preparato la competizione che coinvolgerà 64 squadre divise in tre categorie. I tre livelli si chiamano Star, Gold e Blue League. Nelle prime due categorie ci sono 16 squadre, nella terza altre 32. “La partecipazione si basa su meriti sportivi, è aperta e meritocratica, ci sono promozioni e retrocessioni e non ci sono posti permanenti. Massima trasparenza” ha detto Bernd Reichart, Ceo di A22 Sports Management presentando il torneo. La scelta per il primo anno sarà fatta in base a criteri di rendimento trasparenti. Nella Star e nella Golden League le 16 squadre saranno divise in due gruppi da 8, che si sfideranno in incontri di andata e ritorno. Questo aspetto garantisce 14 partite, 7 in casa e 7 fuori, che nell’idea di A22 saranno tutte decisamente competitive. Nella Blue League le 32 squadre saranno divise in 4 gruppi da 8. La fase a gironi durerà da settembre ad aprile. Le prime 4 classificate dei due gruppi di Star e di Gold League e le prime due squadre di ognuno dei 4 gruppi di Blue League passeranno alla fase a eliminazione diretta, che partirà con i quarti di finale, sempre divisi per i tre gruppi. Turni di andata e ritorno e finalissime in campo neutro. I vincitori saranno proclamati campioni di Star, Gold e Blue League. I due club che finiscono ultimi nei gironi di Star League scenderanno in Gold, e le finaliste della Gold League saranno promosse in Star. Lo stesso succederà tra Gold e Blue. In Blue League 20 dei 32 club lasceranno la competizione e saranno sostituiti da altre 20 squadre in arrivo dai campionati nazionali, sulla base del rendimento locale. Si giocherà durante la settimana e non nel weekend, cosa che rende compatibile la convivenza con i campionati nazionali. Un sistema simile, con 32 squadre in totale divise in Star e Gold League, verrà applicato alla Superlega femminile. Vedere il calcio oggi, inoltre, è troppo caro. A22 vuole quindi creare una piattaforma streaming chiamato Unify che possa connettere i tifosi ai club e alla competizione e che possa trasmettere gratis tutte le partite delle competizioni maschili e femminili. Milioni di persone si legheranno a Unify, e la cosa porta con sé un enorme impatto a livello pubblicitario. La nostra comunità connetterà miliardi di persone, e con questi numeri gli introiti arriveranno”. E poi ha aggiunto: “Invitiamo i club al dialogo per partecipare, formare e modellare la nostra piattaforma. Ci sono club interessati e altri no, noi non vogliamo dividere, ma unire. Parleremo con la Uefa e con tutte le società di calcio interessate.”