Skip to main content

Stadio Roma: Accordo con il Comune, si farà a Pietralata entro il 2026

Il club e Roma Capitale ufficializzano la scelta dell’area su cui sorgerà l’impianto. Si prevede che l’iter non avrà tempi lunghi.

La Roma e il Campidoglio rompono gli indugi e i misteri riguardanti il nuovo stadio: attraverso un comunicato congiunto, viene ufficializzata la scelta del sito sul quale l’opera verrà costruita, con l’obiettivo di inaugurarlo «entro il 2026» come ha chiarito il Ceo incaricato dalla famiglia Friedkin, Pietro Berardi. Il progetto compiuto verrà consegnato entro il mese di ottobre negli uffici del Comune. Per poi avviare l’iter che passa per la concessione dei vari permessi. Ci vorrà pazienza, ma stavolta la Roma è sicura di arrivare fino in fondo perché dal primo giorno ha mosso ogni passo con la giunta Gualtieri. La Roma aveva studiato inizialmente altre zone, prima di virare su Pietralata. Ma i Friedkin hanno poi convenuto che sarebbe stato più semplice costruirlo in un’area ben servita dalle infrastrutture, tra stazione Tiburtina e metro B, non lontana dal centro ma neppure dal Raccordo Anulare, che anche il Comune aveva intenzione di riqualificare. Per il resto è ancora molto presto prevedere il design dello stadio, dal momento che l’architetto a cui sarà affidato il progetto verrà selezionato attraverso un bando, né si conoscono ancora i finanziatori che sosterranno la famiglia Friedkin nel lungo viaggio verso l’inaugurazione. Di sicuro non sarà uno stadio piccolo: Berardi ha spiegato che conterrà più o meno gli stessi spettatori dell’Olimpico, quindi non meno di 65.000.