Skip to main content

Sinner piega Carreno. Ora agli ottavi con Kyrgios

Nell’ATP Masters 1000 sul cemento della Florida Jannik  supera lo spagnolo dopo una battaglia di quasi tre ore e un quarto

Che magnifica vittoria quella di Jannik Sinner al terzo turno del torneo di Miami. Il tennista italiano salva cinque match-point contro Carreno Busta (uno nel secondo set, quattro nel terzo), riemerge dal 2-5 0-30 nel terzo parziale e raggiunge gli ottavi di finale, dove affronterà Nick Kyrgios: a Indian Wells la sfida tra i due era saltata per il ritiro dell’altoatesino. Se quella contro Emil Ruusuvuori era stata una vittoria sudata, quella con Carreno sarà ricordata a lungo: 5-7 7-5 7-5 in oltre tre ore. Nel primo set Sinner ha la grossa occasione per indirizzare il match, con il turno di battuta sul 5-4 per chiudere. Ma Carreno trova soluzioni nuove e strappa il servizio a Jannik, prima di un altro break per il 7-5 finale. L’andamento del secondo set è in linea con quanto accaduto nella fine del primo: Carreno più preciso ed efficace, Sinner poco brillante. I turni di battuta dello spagnolo vanno via lisci, l’italiano deve invece faticare nel tenere il servizio: tre palle break salvate da Jannik, una pesantissima perché è anche match-point sul 5-4. È l’episodio chiave del set: nel game successivo Sinner ottiene il break a zero e chiude il parziale 7-5. Il terzo set inizia con una rapidità inedita: i primi cinque game vanno via in fretta, con pochi scambi e nessuna palla break. Nel sesto, ecco il break di Carreno: Sinner prima si salva due volte con il servizio, poi non trova il campo con il dritto. È 4-2 per lo spagnolo, che però ancora una volta non sfrutta l’occasione: Sinner strappa il servizio all’ultimo, sul 5-3 per l’avversario, ma poi deve fronteggiare ben quattro match-point sul proprio turno di battuta. Tutti salvati, si va sul 5-5. Per completare l’opera, Jannik ottiene il break e chiude, incredibilmente, con un altro 7-5 al secondo match-point.