Skip to main content

Sinner batte Alcaraz e vola in finale all'Atp Pechino

Jannik si è imposto sullo spagnolo 7-6(4) 6-1, risultato che gli permette di raggiungere la quarta posizione, la migliore di sempre per un italiano con Panatta nel 1976. Attesa oggi per la finalissima contro Daniil Medvedev.  

Quella di ieri è stata di sicuro un’impresa titanica di Sinner: l’altoatesino ha battuto Carlos Alcaraz in due set (7-6 (4), 6-1) e conquista la finalissima del China Open, Atp 500 sui campi dell’Olympic Green Tennis Centre di Pechino. Prestazione da incorniciare per il ventiduenne azzurro che si giocherà la conquista del titolo, in finale, contro il russo Daniil Medvedev, ma soprattutto eguaglia Adriano Panatta diventando numero 4 al mondo. Mai nessuno dopo Adriano era riuscito ad arrivare così tanto in alto in classifica da quando esiste il ranking stilato dal computer, nell’Era Open. Oggi l’altoatesino è chiamato all’atto conclusivo del torneo, dove affronterà il campione russo Daniil Medvedev. La sfida contro Medvedev sarà sicuramente molto complicata, con il numero 3 al mondo che in semifinale si è imposto su Zverev con il risultato finale di 6-4 6-3. Sinner e il russo si sono incontrati già sei volte in carriera, e l’azzurro fino a questo momento ne è sempre uscito sconfitto.