Skip to main content

Serie A: Verona Cremonese finisce 2-0

La sfida tra ultima e penultima cambia le gerarchie di classifica. In un match da “ultima spiaggia” i gialloblù battono 2-0 i grigiorossi e li scavalcano a 9 punti.

La sfida tra ultima e penultima cambia le gerarchie di classifica. In un match da “ultima spiaggia” i gialloblù battono 2-0 i grigiorossi e li scavalcano a 9 punti. Alvini, che resta a 7, ora traballa per davvero in panchina. Al “Marcantonio Bentegodi” decisiva la doppietta (la prima in Serie A) di capitan Darko Lazovic tra il 9′ e il 26′. Gli scaligeri della coppia Zaffaroni-Bocchetti iniziano bene questo 2023 con 4 punti (contando anche l’1-1 col Torino) nelle prime 2 partite giocate dal rientro dalla pausa. Quella contro la Cremonese (ancora a secco di successi) coincide con la seconda vittoria in questo campionato: l’ultima – il 2-1 casalingo alla Sampdoria – era datata 4 settembre 2022…

PRIMO TEMPO

Zaffaroni ritrova Ilic e sceglie Kallon e Lazovic alle spalle di Djuric. Alvini lascia fuori Okereke con Buonaiuto e Zanimacchia ad accompagnare Dessers. Il Verona parte molto meglio e al 9′ passa con Lazovic, bravo ad arpionare un passaggio di Kallon, anticipare Bianchetti e scaricare in rete con il destro. I padroni di casa restano in pressione ma Djuric di testa su cross di Depaoli colpisce troppo centralmente per impensierire Carnesecchi. La superiorità è però evidente e ci pensa ancora Lazovic a far esultare il Bentegodi, concretizzando con un bel destro a incrociare la discesa libera inarrestabile di Josh Doig su una palla persa piuttosto banale di Pickel. Il Verona domina contro un’inconsistente Cremonese, che perde ogni duello. Kallon ha due buone occasioni per il tris, ma non concretizza gli ottimi lavori di Doig prima e Ilic poi. Lo squillo dei grigiorossi arriva al 40′ sull’asse Valeri-Buonaiuto, ma il tiro del 10 sfiora solo il palo.

SECONDO TEMPO

La ripresa inizia incredibilmente senza cambi per la Cremonese, che continua infatti a non essere ficcante; dall’altra parte il Verona cala fisiologicamente il suo ritmo e gestisce il doppio vantaggio, difendendosi però sempre con sostanziale tranquillità. Alvini decide allora a 30 minuti dal termine di cambiare tutto il tridente inserendo in un sol colpo Afena-Gyan, Okereke e Tsadjout. A seguire entra anche Ascacibar, mentre Zaffaroni risponde con Verdi e Sulemana al posto di Ilic, che ancora non ha i 90 minuti, e Kallon, ammonito. Tsadjout si impegna ma non scalfisce la difesa scaligera, guidata alla grande da Dawidowicz e Ceccherini. Sempre l’ex Ascoli ci prova dalla distanza ma senza mettere in difficoltà Montipò. Ci provano anche Okereke e Valeri, ma sempre con conclusioni velleitarie. Al primo minuto di recupero Tsadjout ha un’occasione ghiottissima ma di testa va centralissimo per Montipò. E’ l’ultimo colpo alle speranze ospiti, che si spengono definitivamente. Finisce 2-0 per il Verona (che chiude in 10 per un infortunio a Verdi), che infila il secondo risultato utile consecutivo, che lo porta a quasi raddoppiare i punti del 2022 in sole due partite del 2023. Cremonese ancora senza vittorie in questo campionato.