Skip to main content

Serie A: Spezia-Atalanta finisce 2 pari

Liguri avanti nel primo tempo con Gyasi e Nzola, vengono recuperati nel finale del secondo tempo dagli orobici, a segno con Hojlund e il solito Pasalic

Sospiro di sollievo per l’Atalanta. Mario Pasalic, subentrato, regala un punto insperato a Gasperini nel match della 16^ giornata di Serie A. Al Picco, per come si erano messe le cose nel primo tempo, i bergamaschi hanno sfiorato l’ennesimo ko: sarebbe stato il quinto nelle ultime sei gare. Lo Spezia, con più gamba e con più entusiasmo, ha maturato un doppio vantaggio. Prima Gyasi al 8′ e poi Nzola al 31′. Nella ripresa annullato un gol ad Ampadu, vicino al 3-0 anche in un’altra occasione. Poi un guizzo di Hojlund e il tap-in di Pasalic. E gli orobici hanno ristabilito la parità. Disperazione Spezia, che poteva allungare sulle rivali della corsa salvezza.
Lo Spezia sorprende l’Atalanta con un approccio super aggressivo. I liguri entrano meglio in partita e dopo aver sprecato un’occasione ghiotta con Bastoni, si portano sull’1-0 con il capitano Gyasi (primo gol stagionale). Il numero 11 riceve un invito a nozze da Nzola e davanti a Sportiello non può sbagliare. Gli Aquilotti cambiano subito atteggiamento e diventano attendisti, anche per recuperare energie. E mentre la Dea fatica a creare, per via di tanti errori e di una difesa solida guidata da Kiwior, Nzola in campo aperto su un grande assist di Bourabia trova il 2-0. Gli orobici accusano il colpo, rimangono in partita per un tackle miracoloso di Palomino, e all’intervallo il parziale è invariato.
Nel secondo tempo il copione non cambia. Lo Spezia alza i ritmi alla ricerca del 3-0, che chiuderebbe la pratica. Il gol arriva, su ingenuità dell’Atalanta, e con un’esecuzione in girata di Ampadu. Il VAR, però, coglie la posizione di fuorigioco del gallese e annulla la rete. La Dea continua ad essere imprecisa, Muriel scivola svariate volte, e il giovane Zovko che ha preso il posto di Zoet al 17′, si dimostra sicuro. Poi, al minuto 77, su un’imbucata di Zappacosta, il lampo di Hojlund, che nasconde il pallone con classe ad un ottimo Kiwior e buca il portiere dei padroni di casa. Iniezione di fiducia, che unita alla stanchezza crescente degli uomini di Gotti, permette agli orobici di sognare il pareggio. Il 2-2 arriva nei minuti di recupero con Mario Pasalic (6 gol allo Spezia in 5 partite!) che deve solo spingere in rete un cross dolce di Koopmeiners. Scampato pericolo, l’Atalanta sale a quota 28 e limita i danni. Lo Spezia invece è a 14 e lascia sul piatto due punti, che nella corsa salvezza sono un’enormità.