Skip to main content

Serie A: l'Inter in 10 dopo l'espulsione di Skriniar perde 0-1 contro l'Empoli

L’Inter viene sconfitta a sorpresa dall’Empoli in casa e non riesce nel soprasso al Milan in classifica e ora si trova a -13 dal Napoli.

Colpo di scena nel posticipo del lunedì dell’ultima giornata di andata della Serie A: l’Empoli espugna il San Siro e un’Inter fresca vincitrice della Supercoppa. 0-1 il risultato, a deciderla ci pensa solamente un paio di minuti dopo il suo ingresso in campo il gioiellino dei toscani, il classe 2003 Tommaso Baldanzi, al terzo centro in campionato. Principale indiziato della bruciante sconfitta nerazzurra, arrivata dopo otto risultati utili consecutivi (di cui sei nella massima serie), l’uomo del mercato: Skriniar si fa ammonire due volte nel primo tempo e lascia i compagni in inferiorità numerica per oltre 50 minuti (qui analizziamo l’espulsione). Da quel momento l’Inter va clamorosamente in tilt, Inzaghi le prova tutte schierando pure Lukaku insieme a Lautaro e Dzeko, ma non riesce a sbloccarsi.
Sfuma il sorpasso provvisorio al Milan, impegnato il giorno successivo, ma soprattutto perde ulteriore terreno dal Napoli capolista, ora a -13. L’Empoli fa un altro smacco a una big, vola nella parte sinistra della classifica e conquista un risultato storico: non batteva i nerazzurri dal 2006.