Skip to main content

Serie A: La Roma batte l'Empoli 2-0

Mourinho e i suoi in campionato non sbaglia e resta nelle posizione alte della classifica: sugli scudi l’attaccante inglese, rinato dopo le difficoltà di inizio anno. 

Coppa Italia dimenticata e secondo posto in classifica con l’Inter, in attesa delle altre partite. La Roma cancella la prestazione agghiacciante con la Cremonese liquidando con un grande avvio di gara l’Empoli: finisce 2-0 per gli uomini di Mourinho, con Ibanez e Abraham (in gol all’Olimpico dopo 231 giorni) che portano a 14 le reti su palla inattiva in tutte le competizioni. Arma in più fondamentale per una squadra non perfetta, ma che oggi ha dato risposte soddisfacenti al suo tecnico e ai tifosi.

L’inizio della Roma è folgorante, sempre grazie ai soliti calci da fermo: tra il secondo e il sesto minuto di gioco Dybala disegna due traiettorie perfette per le zuccate di Ibanez e Abraham, che permettono ai giallorossi di mettere subito in sicurezza il match. Calci piazzati essenziali per i capitolini, che quest’anno sugli sviluppi di gioco fermo hanno segnato ben 14 reti tra campionato ed Europa LeagueGli uomini creano poi molte altre occasioni da gol nitide soprattutto con l’inglese, letteralmente scatenato nei primi 45 minuti.

A inizio ripresa è Vicario a esaltarsi, salvando i suoi dallo 0-3 con due interventi prodigiosi prima su mancini e poi ancora sullo scatenato Abraham. L’Empoli a quel punto prende in mano la partita sotto il piano del possesso palla, ma non crea di fatto mai pericoli a Rui Patricio: Zanetti non trova risposte dai suoi, neanche quando a mezz’ora dalla fine stravolge il proprio attacco alla ricerca del guizzo giusto. La Roma si limita semplicemente a gestire le energie nel finale, portando a casa un successo preziosissimo in chiave Champions e issandosi nei piani altissimi della classifica: per le primissime posizioni i giallorossi, nonostante le difficoltà dell’ultima settimana, continuano a essere una candidata credibile.