Skip to main content

Serie A: la Lazio vince di misura contro la Sampdoria

Il tecnico della Lazio Maurzio Sarri ha parlato a margine della vittoria per 1-0 sulla Sampdoria: “Abbiamo avuto 8-9 palle gol, poi è diventata una partita sporca, ma la vittoria è meritata”.

Lazio-Sampdoria, match valido per la 24esima giornata di Serie A, è terminato sul punteggio di 1-0, frutto del gran gol di Luis Alberto. Con questo risultato la Lazio sale momentaneamente al 4° posto in classifica, spot che vale la Champions League. Del match ha parlato il tecnico della Lazio Maurizio Sarri, che ai microfoni di Sky nel post gara si è così espresso: “Era normale che non fossimo al massimo della brillantezza, avendo in campo 5-6 giocatori che sono scesi in campo giovedì e inoltre abbiamo forzato i rientri di giocatori che hanno avuto problematiche abbastanza serie come Milinkovic-Savic, Pedro e Zaccagni. Esclusi dieci minuti di sbandamento a inizio ripresa, la squadra mi è piaciuta: abbiamo mantenuto un atteggiamento serio. E’ diventata una vittoria di una partita sporca, anche se abbiamo avuto 8-9 palle gol abbastanza nette“.

SU LUIS ALBERTO

Lui sa quello che chiedo alla squadra. A un certo punto della stagione, l’ho visto allenarsi in un modo completamente diverso con una determinazione che non avevo mai visto in lui: cambiando modo di allenarsi, sta avendo un periodo straordinario“.

SULLA PROSSIMA: C’È IL NAPOLI
Negli ultimi tempi, giochiamo quasi sempre con squadre che sono scese in campo un paio di giorni prima di noi. In questa bolgia di partite da fare, è difficile stipulare il calendario. Andremo lì a giocarcela, sappiamo che il Napoli è più forte di noi ma non possiamo rinnegare le nostre filosofie. Ci sta che giochino molto di più loro, in questa stagione sono nettamente superiori a tutti“.

SUL DOMINIO DEL NAPOLI

Nell’ultimo anno, hanno fatto una politica di un coraggio estremo. Sono andati a prendere qualche giovane sconosciuto, Giuntoli in questo è un maestro ma era difficile prevedere che trovasse giocatori così forti. I loro tifosi? Da bambino tifavo Napoli“.

SUI TIFOSI DELLA LAZIO
I tifosi ci danno sempre una mano. Quando giochiamo in casa, l’atmosfera è sempre questa: anche in Romania c’erano 500 nostri sostenitori, non gli si può chiedere di più. Continuando così, ci porteranno sicuramente dei punti“.