Skip to main content

Serie A: La Lazio di Sarri batte l'Udinese e rimonta l'Inter in classifica

Passo importantissimo, se non decisivo, della Lazio in chiave qualificazione alla prossima Champions League. La formazione di Maurizio Sarri espugna “l’immacolata” Dacia Arena, imponendosi 1-0 sull’Udinese

Passo importantissimo, se non decisivo, della Lazio in chiave qualificazione alla prossima Champions League. La formazione di Maurizio Sarri espugna “l’immacolata” Dacia Arena, imponendosi 1-0 sull’Udinese grazie al rigore di Immobile al 61′. Risultato stretto per la mole di occasioni da rete creata dai biancocelesti, che scavalcano nuovamente l’Inter (sconfitta a Napoli): 3° posto a 68 punti. L’Europa più prestigiosa ne dista – aritmeticamente – solo 2.

PRIMO TEMPO

Le squadre sono vive, hanno idee e provano a fare il loro gioco sin dai primi istanti, ma nonostante ottimi ritmo e intensità non arrivano occasioni degne di nota per almeno 20 minuti. Poi ci prova la Lazio con Immobile: gran palla di Zaccagni a pescare il capitano biancoceleste che sfugge alle spalle di Bijol e impatta di testa, Silvestri è attento e devia in corner. Alla mezz’ora ottima imbucata di Felipe Anderson per Milinkovic-Savic, il serbo entra in area e fa una cosa a metà tra un tiro e un assist e spreca. Al 39′ ecco la vera occasione ospite per sbloccarla: Vecino recupera, Immobile appoggia per Luis Alberto che col destro a giro quasi pesca l’incrocio alla sinistra di Silvestri. L’unico sussulto da segnalare dell’Udinese arriva nel recupero: sulla palla vagante in area Bijol si avventa e prova la zuccata ma ne esce una conclusione centrale e facile per Provedel. Si va così al riposo sullo 0-0.

SECONDO TEMPO

A inizio ripresa Sarri inserisce Pedro per l’ammonito e incolore Felipe Anderson. E proprio Pedro costruisce con Luis Alberto la prima enorme chance: lancio perfetto dell’ex Liverpool per il connazionale che rientra e serve Immobile, altro dribbling a centro area e conclusione piazzata ma Silvestri è bravissimo a distendersi e a dirgli di no. Al 51′ Vecino gran botta dalla distanza, palla a lato di pochissimo. All’ora di gioco filtrante di Vecino per Luis Alberto, tocco per Immobile per rientra su Masina e viene messo giù per il rigore: dal dischetto Silvestri spiazzato per lo 0-1. Al 64′ angolo di Luis Alberto, testata di Romagnoli e palo pieno. La tecnica di Luis Alberto è determinante nella gestione del palleggio e per rallentare i ritmi, la Lazio ne beneficia alla grande. All’85’ gol annullato a Nestorovski per fuorigioco: graziato Marusic che lo marcava. Finisce qui: vince la Lazio e sono tre punti di importanza vitale per la Champions.