Skip to main content

Serie A: La Juventus vince contro il Lecce 2-1

I bianconeri soffrono in casa col Lecce ma passano per 2-1 grazie ai gol di Paredes e Vlahovic nel primo tempo. Il successo vale il temporaneo 2° posto in classifica a quota 63 punti in attesa del risultato di Lazio-Sassuolo.

Una vittoria dopo oltre un mese in campionato; un successo con almeno due gol segnati dopo 10 partite ufficiali. Sono queste le due note positive della serata della Juventus: il risultato finale e un paio di gol. Poco altro però da portare via per Allegri dalla sfida casalinga contro il Lecce, partita valida per la 33esima giornata di Serie A e vinta dalla sua squadra per 2-1. Contro i salentini di Baroni infatti la Juve soffre fino al 95°, riuscendo a trovare due gol nel primo tempo con Paredes (su punizione) e Vlahovic (finalmente sbloccato) ma non brillando certo per gioco espresso o particolari qualità di collettivo. Certo, ci sono un paio di occasioni di troppo sbagliate da Miretti sotto porta; ma come può recriminare la Juve può farlo anche il Lecce. Un gol di Ceesay nel primo tempo annullato per millimetri; e un’enorme occasione di testa dello stesso attaccante dei pugliesi a 10 minuti dalla fine. Insomma, per abusare del solito concetto: un successo di “corto muso”. Andrà sicuramente bene così al tecnico toscano. A quota 63 punti, la sua Juve supera momentaneamente la Lazio al 2° posto. Settimana prossima però uno scontro diretto a Bergamo contro l’Atalanta. La sensazione è che servirà qualcosa di più.

PRIMO TEMPO

La prima frazione tra Juventus e Lecce è tutt’altro che noioso. Le due squadre si affrontano a viso aperto, dando vita ad uno spettacolo degno del nostro campionato. Gli ospiti partono forte, ma la squadra di Allegri pian piano si organizza, prende le misure e colpisce.

Sono infatti proprio i bianconeri a passare in vantaggio, con un guizzo di Paredes: l’argentino si presenta su un calcio di punizione tutt’altro che semplice, realizzandolo alla grande, sfruttando anche un’indecisione di Falcone (colpevole soprattutto sulla disposizione della barriera). Il Lecce continua però la propria partita, in maniera sfrontata e mettendo sotto pressione la Juventus. Diverse sono le sortite offensive e alla fine il gol arriva: cross in area, intervento goffo di mano di Danilo, calcio di rigore e rete di Ceesay, freddissimo dagli undici metri. Il match riprende ancora una volta su ritmi alti, con la Juve che colleziona nuove occasioni e con il Lecce che parte in contropiede.

Prima dell’intervallo però arriva il nuovo vantaggio juventino: si sblocca Vlahovic, protagonista di un gol splendido che arriva dopo una grande conclusione al volo di mancino, sull’ennesimo assist di Kostic. A riposo le due squadre vanno sul 2-1 per la Juventus.

SECONDO TEMPO

Nella seconda frazione i ritmi non accennano a calare, fino alla fine del match. Il Lecce continua con il proprio atteggiamento, difendendosi con ordine, ma non rinunciando mai alle proprie trame offensive, quasi tutte scaturite dal solito lancio lungo per Ceesay.

Proprio con quest’ultimo, il Lecce sfiora la rete in un paio di occasioni. Con lo scorrere del cronometro, i giallorossi si aprono e la Juventus prova a colpire in contropiede. Chiesa e Miretti sprecano, Vlahovic e Kostic ci provano. La squadra di Baroni si oppone, non rischiando tantissimo e riuscendo a lasciare il risultato in bilico fino alla fine della partita. Il match termina però sul 2-1 per la Juventus, che conquista altri tre punti importantissimi nella corsa per la qualificazione alla prossima Champions League.