Skip to main content

Serie A: la classifica finale calcolata da un algoritmo

La proiezione della possibile classifica finale della Serie A 2022/2023 è stata realizzata attraverso un particolare algoritmo, da un sito americano specializzato in statistiche

Su FiveThirtyEight è stata stilata al momento quella che potrebbe essere la possibile classifica finale della Serie A 2022/2023, che tiene conto dei risultati delle prime sette giornate. Al momento la squadra che viene considerata come vincitrice dello Scudetto è il Napoli, che ha un SPI di 79.8 e una previsione di 78 punti. Alle sue spalle, Milan, Inter e Atalanta, che dunque dovrebbero essere le altre tre squadre qualificate alla Champions.

A seguire le due capitoline, Roma e Lazio e la sorprendente Udinese. Clamorosamente all’ottavo posto la Juventus, che dunque secondo questa proiezione della classifica non sarebbe qualificata nemmeno in Conference League. Per quanto riguarda il fondo della classifica, al momento le squadre retrocesse sarebbero Monza, Sampdoria e Cremonese.

Cos’è l’SPI, fondamentale per la proiezione della classifica finale della Serie A
Su cosa è basata la proiezione della classifica finale della Serie A e come funziona? Tutto parte da un sistema di previsione, che si fonda sulla simulazione che sfrutta una serie di parametri. Fondamentale per questo l’indice SPI, ovvero il Soccer Power Index: si tratta di un criterio di valutazione, di tutte le formazioni che è costantemente in aggiornamento, in base ai risultati che si vanno a sommare agli studi sulla stagione precedente e sui valori di mercato basati sui dati di Transfertmarkt. In questo modo si può stabilire il valore complessivo di una squadra.

L’SPI dunque è in continua mutazione, tenendo conto appunto di quanto accade durante l’annata: risultati, prestazioni, dato numerico offensivo e difensivo che si basa sui gol realizzati e sulla previsione sugli stessi, modalità in cui vengono realizzati i gol, superiorità, numero delle conclusioni, occasioni da gol e altre statistiche.