Skip to main content

Serie A: Juventus Vlahovic tra infortuni e mercato

Il serbo non gioca una gara da titolare in maglia bianconera dallo scorso 15 ottobre: Allegri per credere alla rimonta scudetto, ma le pretendenti sul mercato intanto aumentano

“Se Vlahovic ci sarà con la Cremonese? Vedremo”. Max Allegri non si sbilancia, ma di fatto riaccende la preoccupazione attorno al numero 9 bianconero. Dusan non ha ancora smaltito la pubalgia e i conseguenti problemi agli adduttori, che oltre a tenerlo fuori dalle ultime gare della sua Juventus in campionato lo hanno anche costretto a giocare un Mondiale da sparring partner, escluso lo squillo contro la Svizzera. Una fase di carriera complicata e nebulosa quella del serbo, quasi ambigua, a metà tra una condizione fisica che non torna e le sirene di mercato che, invece, lo individuano come oggetto del desiderio di tanti top club europei.

INFORTUNI E RECUPERO

Il recupero di Vlahovic oggi è un gigantesco punto interrogativo. Le criticità della zona pubalgica sono sempre difficilissime da gestire, soprattutto a causa della loro ricorsività. Diventano fastidiosi compagni di vita, che a fasi alterne infastidicono e limitano un atleta in maniera più o meno significativa a seconda del caso specifico. Le condizioni di Dusan saranno da valutare giorno per giorno, con la speranza che dopo Natale terapie e palestra possano lasciare gradualmente spazio al lavoro sul campo e susseguentemente con il gruppo, nel quale intanto aspettando anche l’altro big Pogba è ormai tornato in pianta stabile Chiesa. Il serbo non gioca una gara da titolare dallo scorso 15 ottobre, quando decise con l’ultimo gol segnato in Serie A il derby della Mole con il Torino. Da allora la Juventus non ha più smesso di vincere, ma la sensazione è che per provare a dare fastidio al Napoli sia essenziale recuperare un bomber del suo calibro. Il tanto agognato ritorno, tuttavia, sarà con ogni probabilità successivo alla gara con la Cremonese nella speranza che i tempi non si dilatino ulteriormente.

VOCI DI MERCATO

Intanto, però, le voci di mercato attorno a Vlahovic continuano a susseguirsi. E riguardano, per forza di cose, squadre di primissimo livello. La prossima estate sarà cruciale per il futuro dell’attaccante, attorno al quale ronzano da tempo diversi illustri estimatori. Il suo nome, inoltre, potrebbe diventare ancora più appetibile se coinvolto in un eventuale valzer di punte, con tanti top club intenzionati a rifarsi il look ripartendo proprio dal centravanti. In Premier League tutta Londra ha acceso i fari su Dusan, con Arsenal, Chelsea e Tottenham da tempo nella schiera di corteggiatori. Occhio però anche al Bayern Monaco, che potrebbe sondarlo qualora non riuscisse a convincere Harry Kane a trasferirsi in Baviera. Infine, più defilato ma comunque molto attento, il PSG degli sceicchi. Tante strade, tutte estremamente appetibili: la Juventus sarà chiamata già a far chiarezza sul futuro di un giocatore che soltanto un anno fa veniva acquistato per 70 milioni ed eletto nuovo epicentro del mondo bianconero.