Skip to main content

Serie A - Juventus Roma finisce 1-1

Gara scorbutica tra due grandi squadre, seppur ancora con tanti difetti: nel primo tempo ottima Juve, ma la Roma non ha mai smesso di credere nel pari, trovato grazie al solito corner.

Due grandi squadre, seppur con ancora tanto da rivedere: Juventus e Roma non si fanno male e chiudono 1-1 il big match dello Stadium, confermando i propri pregi ma anche gli innumerevoli difetti che le contraddistinguono. A decidere il risultato sono le reti dei due bomber: in avvio apre Vlahovic, risponde nella ripresa Abraham. E’ proprio l’attaccante serbo, carichissimo sin dal riscaldamento, ad aprire al secondo minuto la gara: punizione magistrale quella del numero 7, che bacia la traversa e si insacca con Rui Patricio pietrificato sull’altro palo. La Juventus sfrutta la scia emotiva del gol e prende in mano la gara, a discapito di una Roma estremamente imprecisa e senza idee per tutta la prima frazione di gioco.
Nella ripresa Mourinho rimescola le carte e passa alla difesa a 4 inserendo El Shaarawy al posto di mancini: una mossa azzeccatissima, che permette ai giallorossi di alzare il baricentro e trovare il gol del pareggio al minuto 69. Ancora una volta sono i corner la vera arma segreta: cross di Pellegrini, acrobazia di Dybala e testa di Abraham a regalare il pareggio. Nel finale la Juventus, nonostante i cambi tra cui l’esordio assoluto di Milik in bianconero, non riesce a trovare energie e soluzioni per segnare il gol della vittoria. Allegri non può certo essere contento del risultato, ma si gode un Miretti sfavillante; per Mourinho, nonostante un centrocampo in evidente difficoltà, un segnale chiaro: la sua Roma, nonostante un primo tempo pessimo, non ha mollato neppure stavolta.