Skip to main content

Serie A: Juventus la procura rinuncia all'appello, niente misure verso i dirigenti

La Procura di Torino arretra per quanto riguarda le misure cautelari verso Andrea Agenlli e dirigenti della Juventus.

Pesante dietrofront della Procura di Torino nel quadro dell’inchiesta sulla Juventus: si rinuncia infatti alle misure cautelari verso il club bianconero, sia per quanto riguarda la società che le persone fisiche tra cui l’ex presidente Andrea Agnelli. La rinuncia della Procura cancella di fatto l’udienza programmata il 21 dicembre dopo che già in ottobre, il Gip del Tribunale di Torino Ludovico Morello aveva respinto la richiesta di misure interdittive verso Andrea Agnelli e gli altri dirigenti coinvolti nell’accusa per falso in bilancio.

Proprio il 21 dicembre la camera di consiglio si sarebbe riunita per dibattere sull’appello contro il Gip circa la decisione sulle misure cautelari tra cui il sequestro preventivo nei confronti della Juventus di circa 437mila euro. Il Gip aveva respinto tale richiesta sostenendo la mancanza di rischio per reiterazione del reato, affermando che le ‘manovre stipendi’ erano legate all’emergenza Covid e quindi a un “periodo storico non più attuale”.