Skip to main content

Serie A: Juventus-Atalanta che spettacolo finisce 3-3

La squadra di Allegri e quella di Gasperini danno vita a un posticipo pieno di emozioni e colpi di scena. Vantaggio di Lookman, rimonta bianconera con un rigore di Di Maria e Milik, quindi il controsorpasso firmato da Maehle e ancora da Lookman. Di Danilo il definitivo pareggio.

Non vince nessuno, ma in fondo vincono tutti. Perché, se alla Juventus e all’Atalanta mancano i tre punti, di certo rimane quel che la squadra di Allegri e quella di Gasperini hanno lasciato sul campo. Ovvero un 3-3 in fondo giusto, frutto di una gara combattuta e piena zeppa di colpi di scena. A passare in vantaggio per prima è la Dea con Lookman, che sfrutta una papera di Szczesny, ma i bianconeri rimontano prima della fine del primo tempo con un rigore di Di Maria (intervento irregolare di Ederson su Fagioli) e con Milik. L’Atalanta rientra alla grande dall’intervallo e opera il controsorpasso: prima va in gol Maehle, quindi ancora lo scatenato Lookman. A fissare la gara sulla definitiva parità è Danilo su punizione. Attacchi in formissima, difese rivedibili, tanto spettacolo. E una Juve che, nonostante le parole della vigilia di Allegri, non riesce a porre il primo mattoncino sulla costruzione di una rimonta impossibile. Dovendo accontentarsi di salire a 23 punti, in compagnia della Fiorentina e a -5 dal settimo posto dell’Udinese.