Skip to main content

Serie A: Juventus, Allegri contro Paratici

Diversi dirigenti ne discutevano l’operato: “Guarda quanto abbiamo dato a Chiellini, soldi spesi senza criterio.

Il più discusso, per certi versi il più controverso. Tra i soggetti nell’occhio del ciclone nel caos che sta avviluppando da giorni la Juventus Fabio Paratici riveste senza dubbio un ruolo da assoluto protagonista. L’ex direttore sportivo, ora al Tottenham, è al centro di diversi dialoghi intercettati dagli inquirenti, confronti tra diversi membri della dirigenza della Juventus su una situazione societaria ormai vicina ad essere economicamente compromessa. Durissimo soprattutto l’attuale ds Cherubini, che in una telefonata del luglio 2021 chiosava così con il manager dell’area finanziaria Bertola: In due anni hai buttato tutto alle ortiche: 700 milioni messi dagli azionisti. Hai messo tutto a rischio. Perché un giorno hai deciso mandare via due persone che probabilmente era giusto mantenere”.
Lo sfogo di Cherubini nei confronti di Paratici è proseguito poi in seguito con altri membri della dirigenza: “Siamo stati arroganti sul mercato e con Cristiano Ronaldo si è innescato il nostro circolo vizioso, perché i soldi di Pogba li abbiamo spesi per pagare due clausole. Paratici a marzo si parlava di fare 300 milioni di quelle (plusvalenze, ndr). Ti giuro che tornavo a casa e mi veniva da vomitare solo al pensiero…”
A discutere il buon operato di Paratici è stato anche Massimiliano Allegri. Risulta infatti che il tecnico della Juventus e l’attuale ds Cherubini abbiano discusso tempo fa proprio delle scellerate e troppo aggressive strategie adottate. Devi capire che il mercato dell’anno scorso era fatto solo di plusvalenze, quindi era un mercato del cazzo” asserisce lapidario Allegri, a cui Cherubini dà ragione su tutta la linea: “Bravo! Come siamo arrivati fin qui? Acquisti senza senso, investimenti fuori portata (probabile il riferimento a Kulusevski), utilizzo eccessivo di plusvalenze artificiali. Negli ultimi anni è anche un po’ colpa nostra, Fabio ha drogato il mercato”.
Anche l’ex portiere Marco Storari: “Ora dobbiamo sistemare la merda che ha lasciato lui”E altri dirigenti juventini rincarano la dose: “Se guardi il totale della cifra che abbiamo dato a Chiellini tra stipendi e premi, è spaventosa! Non c’è criterio nel modo in cui abbiamo speso i soldi. Non c’è da stupirsi se in due anni abbiamo chiesto 700 milioni agli azionisti. E meno male che (Cristiano Ronaldo, ndr) non ha lasciato pizzini“.