Skip to main content

Serie A: il Napoli vince contro la Roma 2-1

I partenopei sono ingiocabili e superano anche la miglior versione stagionale dei giallorossi: Spalletti indovina tutto, Mourinho cede nonostante l’ottima risposta dei suoi.

Semplicemente inarrestabile. Il Napoli è una macchina da guerra che non lascia scampo a nessuno, neppure a un’ottima Roma che fino alla fine è rimasta in partita e ha provato a strappare punti nella bolgia del Maradona. Osimhen apre le danze, poi Simeone nel finale cancella il provvisorio pareggio di El Shaarawy per il definitivo 2-1 esplodere il tifo azzurro: ora Spalletti e i suoi sono a +13 sull’Inter.
Bellissimo il primo tempo del Maradona, giocato su grandi livelli di intensità. A spaccare la partita è il solito, incontenibile Osimhen, che su un cross perfetto di Kvaratskhelia addomestica in area col petto e poi scaraventa col destro in porta il pallone del vantaggio firmando il quindicesimo gol della sua meravigliosa stagione. Il Napoli prende il sopravvento grazie al solito possesso palla ordinato e a memoria, ma la Roma non molla nonostante le difficoltà sfiorando anche il pareggio nel finale di frazione con una bella conclusione al volo di Spinazzola assorbita da Meret con un grande intervento.
Nella ripresa l’approccio dei giallorossi è da squadra vera. Mourinho lancia in campo El Shaarawy, che cambia il volto offensivo dei suoi e al 75′ pareggia da due passi su un ottimo cross di Zalewski dalla destra. Spalletti, a quel punto, stravolge tutto e inserisce Simeone al posto di Osimhen. Un cambio decisivo, visto che proprio il Cholito al minuto 86 approfitta di una disattenzione di Smalling e con un gran destro in area di rigore non lascia scampo a Rui Patricio, mettendola sotto l’incrocio. Una vittoria che legittima ancora di più il meritato domninio del Napoli su questo campionato; la Roma, nonostahnte la sconfitta, esce con buone risposte: per la Champions ci sono anche i giallorossi.