Skip to main content

Serie A: i rossoneri vincono nel finale contro la Fiorentina 2-1

Dopo il brutto pareggio contro la Cremonese, il Milan ritrova la vittoria in campionato.

Il Milan saluta il 2022 con tre punti sofferti e, per questo, ancora più preziosi. La squadra di Pioli batte 2-1 a San Siro una grande Fiorentina che viene beffata in pieno recupero da un autogol del proprio difensore Nikola Milenkovic, fino a quel momento attentissimo nel sorvegliare a vista gli attaccanti rossoneri. Eppure, la beffa amarissima costa alla squadra di Vincenzo Italiano la partita e permette al Milan di tirare un sospiro di sollievo ritrovandosi a -8 dal Napoli. L’inseguimento alla squadra azzurra riprenderà nel 2023, ma intanto chiudere l’anno con una vittoria era essenziale per i rossoneri di Stefano Pioli. Mastica amaro invece la squadra di Italiano, a cui vanno fatti i complimenti per aver disputato una partita maiuscola, provando e a tratti riuscendo ad imporre il proprio gioco al cospetto di un avversario solo sulla carta superiore.

Partita ruvida al Meazza e non priva di episodi da moviola con la Fiorentina che ha chiesto due rigori e si è lamentata per l’episodio finale Rebic-Terracciano che ha portato all’autogol di Milenkovic. Pronti via e Rafael Leao fa subito gioire San Siro. Sponda di Giroud a metà campo che libera la corsa del portoghese. A tu per tu con Pietro Terracciano Leao non sbaglia e sembra mettere subito la partita in discesa per il Milan. E invece la Fiorentina non si scoraggia ma anzi gioca, e pure bene. La squadra di Italiano è padrona del campo nella prima frazione e irretisce il Milan che non riesce a costruire gioco. Ampiamente meritato dunque il pareggio viola intorno alla mezzora con il tiro di Antonin Barak che viene maldestramente sporcato da Malick Thiaw. Il Milan alza la pressione nella ripresa ma la manovra è sterile. Sofyan Amrabat, migliore in campo, troneggia a centrocampo mentre Benacer e Tonali sembrano sperduti. Servirebbe il classico episodio ad un Milan in difficoltà per sbloccare la situazione e questo puntualmente arriva. Su un cross apparentemente innocuo di Aster Vranckx dalla destra, Terracciano esce a vuoto e Milenkovic completa il pasticcio infilando il pallone nella propria porta. Vane le proteste della Fiorentina per una presunta carica di Ante Rebic sul portiere viola. Il Milan gioisce ma anche stasera la squadra di Pioli non è apparsa brillante. La pausa servirà anche per ricaricare le pile e schiarire le idee, che sono sembrate scareggiare in questo ultimo periodo.