Skip to main content

Serie A: Atalanta - Juventus finisce 0-2

La prima gioia dell’inglese e il secondo gol consecutivo del serbo decidono una gara fondamentale in ottica Champions League

Una splendida prima gioia e una fondamentale conferma. Iling Jr e Vlahovic confezionano il 2-0 con cui la Juventus batte a Bergamo l’Atalanta, un risultato che permette alla Vecchia Signora di salire al secondo posto in classifica a quota 66 punti e di compiere così un passo forse decisivo per la qualificazione alla prossima Champions League. A sbloccare la gara è l’esterno inglese, mentre l’attaccante serbo ha chiuso la gara proprio allo scadere segnando un gol che zittisce i critici e soprattutto i beceri cori razzisti dei tifosi bergamaschi, che lo hanno beccato per tutta la mezzora abbondante trascorsa in campo. Una vittoria meritata per la Vecchia Signora, da squadra matura, consapevole e ritrovata che può guardare con grande fiducia alla semifinale di Europa League con il Siviglia. L’Atalanta invece scivola a 5 punti dal quarto posto, un gap piuttosto difficile da colmare a sole quattro giornate dalla fine: i due pali colpiti da Scalvini e Zappacosta gridano vendetta, ma oggi alla Dea è mancata la letale concretezza delle ultime giornate.

PRIMO TEMPO

Seppur senza reti, il primo tempo di Atalanta-Juventus si può definire abbastanza divertente. Ritmi alti, continui ribaltamenti di fronte e diverse occasioni importanti per entrambe le squadre.

Da una parte l’occasione di Di Maria con un mancino di poco a lato dopo l’errore di Koopmeiners, dall’altra il palo di Scalvini sugli svolgimenti di un calcio d’angolo e la grande occasione per Pasalic, impreciso a pochi metri dalla porta di Szczesny con un tiro alto nel finale di prima frazione. Nel mezzo tanti scontri, molteplici trame interessanti, ma anche passaggi semplici sbagliati in maniera banale. L’Atalanta conduce il gioco, la Juve si difende con ordine e riparte. Sfida combattuta ed equilibrata, ragion per cui il primo tempo termina a reti vergini, sul risultato di 0-0.

SECONDO TEMPO

Nella seconda frazione, a causa anche del caldo, i ritmi calano inevitabilmente. Anche le occasioni diminuiscono, sia da una parte che dall’altra, ma questa volta il risultato si sblocca.

In seguito ad un ottimo recupero di Iling-Junior su Zappacosta, la Juventus si presenta in area con Rabiot che crossa per Milik. In seguito ad un rimpallo con Maehle, la palla arriva a Iling che di prima intenzione deposita in rete il suo primo gol in carriera in Serie A. Da quel momento l’Atalanta si fionda nella metà campo bianconero, provando a sfondare di fisicità o a rendersi pericolosa con conclusioni dalla distanza. Nel finale contropiede fulmineo e decisivo dei bianconeri che trovano il raddoppio con Dusan Vlahovic.