Skip to main content

Salernitana, rinnovo automatico per Ribery. Si attende la firma di Nicola

Il francese resta: l’accordo prevedeva il prolungamento a salvezza raggiunta. L’allenatore: “Parte un nuovo sogno”.

Ribery, classe 1983, ad aprile ha festeggiato il trentanovesimo compleanno e l’idea di smettere non lo sfiora affatto. Lunedì scorso, durante il pranzo della squadra che ha sancito la conclusione di questa stagione, Ribery ha manifestato le sue intenzioni a Walter Sabatini. “Voglio giocare ancora”, la sintesi del suo discorso al diesse. Solo poche ore prima, nella notte della festa salvezza, lasciando lo stadio Ribery aveva svelato il suo pensiero scherzando con alcuni giornalisti. “Vuoi che rimango a Salerno? Allora resto”, aveva detto. Ribery non lascia, ma raddoppia anche perché il contratto firmato con la vecchia proprietà nell’estate dello scorso anno prevedeva il rinnovo automatico in caso di salvezza. Nel frattempo dopo la riconferma di Sabatini si attende l’annuncio per l’allenatore. La proposta di rinnovo formulata a Davide Nicola, tra i principali artefici dell’impresa salvezza, non è stata ancora firmata dal tecnico. Nessun giallo, però, ieri l’incontro con il presidente è saltato perché Iervolino è stato trattenuto a Roma da impegni lavorativi. “Immagino come dal lancio dei palloncini che possa partire un nuovo sogno, questo è quello che mi interessa. O meglio tutto quello che mi interessa da oggi in poi”, ha detto Nicola che, così come confermato dalla società, d’intesa con Sabatini sceglierà la data di inizio del ritiro precampionato. In mattinata potrebbero esserci novità, l’allenatore è poi atteso a Rimini per ritirare la Figurina d’oro del Premio Panini The Coach Experience.