Skip to main content

Roma, Zaniolo si ferma e adesso l'inquietudine cresce

Mourinho deciderà se convocarlo per la Samp. Il rinnovo del contratto una spina di cui avrebbe fatto volentieri a meno.

I problemi sono sempre dietro l’angolo per Zaniolo. L’attaccante si è fermato ieri per un problema muscolare ai flessori e non ha partecipato all’allenamento. Ha riferito di aver avvertito questo fastidio ed è stato fermato a scopo precauzionale. Verranno valutate le sue condizioni, ma è a rischio per la partita con la Sampdoria. Zaniolo andrà gestito in vista della trasferta in Norvegia contro il Bodo, in programma giovedì prossimo. Non è un periodo felice per Nicolò. Dopo la panchina al derby, per scelta tecnica, per domani Mourinho sembra comunque orientato a confermare la squadra che ha vinto il derby. Anche il ritorno in Nazionale non è stato come lo aveva sperato. Nella sfida contro la Turchia era stato sostituito da Mancini alla fine del primo tempo. Zaniolo deve ritrovarsi, deve riuscire a superare questo momento difficile e tormentato. Come se non bastassero il derby vissuto in panchina, l’opaca prestazione in Nazionale e le incertezze sul futuro, ieri Nicolò si fermato per questo piccolo problema muscolare. Zaniolo è tornato dalla Nazionale con l’affaticamento. Nicolò negli ultimi tempi ha scelto il basso profilo, un’assenza dai social veramente sorprendente per uno come lui. La questione del contratto lo tiene in ansia. Avrebbe voluto sistemarla mesi fa, ma i colloqui tra Tiago Pinto e il suo procuratore, Claudio Vigorelli, hanno portato a rivedere la questione a fine stagione. Il contratto attuale è in scadenza nel 2024, la Roma ha messo tutto in stand-by fino al termine della stagione, quando le strategie per il futuro saranno più chiare.