Skip to main content

Roma, per Wijnaldum giro finale con il Psg

Si accorciano le distanze su formula e partecipazione all’ingaggio da parte dei francesi: l’intenzione è quella di chiudere in settimana.

La Roma sembra essere ormai molto vicina a Georginio Wijnaldum. Lunedì pomeriggio a Trigoria è andato in scena un incontro importante, tra Tiago Pinto e il manager del capitano della nazionale olandese. Da quanto è emerso, Wijnaldum ha fretta di chiudere la questione con il Paris Saint-Germain per raggiungere Mourinho. Ed è anche disposto a rinunciare a una parte dei soldi che gli garantirebbe l’attuale contratto (9 milioni compresi i bonus facili) per facilitare l’affare. Ma ancora non basta per l’accordo: serve uno sforzo da parte delle due società per la formula del trasferimento. Luis Campos vorrebbe includere nell’intesa sul prestito l’obbligo di riscatto nel 2023 vincolato a bonus “facili”. Anche perché Wijnaldum va in scadenza l’anno dopo. Inoltre i francesi vorrebbero risparmiare il più possibile sulla percentuale di stipendio da pagare per rendere ragionevole l’investimento della Roma. Ma la trattativa, anche grazie all’intervento diretto dei Friedkin che hanno rapporti ottimi con l’altro proprietario Nasser Al-Khelaifi, procede spedita verso una conclusione positiva: in fondo è ciò che vogliono tutte e tre le componenti, calciatore compreso che ha bisogno di giocare con continuità per arrivare in buone condizioni al Mondiale. E c’è un altro segnale che induce all’ottimismo: la Roma ha lasciato tutte le piste alternative per il centrocampo, perché vuole accontentare Mourinho con il calciatore ritenuto più adatto al salto di qualità.