Skip to main content

Roma, Mourinho cerca di convincere Wijnaldum a dire sì

La Roma insiste per Georginio Wijnaldum, che entro poche ore dovrebbe ufficializzare il suo sì. Resta il problema dell’ingaggio troppo alto.

Il mercato della Roma non è finito e la possibilità di far arrivare Wijnaldum è molto vicina. Tiago Pinto ci sta lavorando dal Portogallo, dopo aver ricevuto il via libera da Mourinho, che ha parlato con il giocatore e come sempre è stato molto convincente. Dopo il like dell’olandese al post di Dybala in maglia giallorossa, anche il fratello di Georginio, Gilino, ha cominciato a seguire la Roma sui social. Un altro indizio. Intermediari vicini all’operazione la danno molto vicina, ma va sistemata ancora la spartizione dell’ingaggio con il Psg. L’olandese ha dato il suo ok, ma non vuole rimetterci soldi. Può arrivare alla Roma solo se il Psg paga metà ingaggio, nessun club potrebbe accollarsi uno stipendio da quasi nove milioni. Tramontato Frattesi, Wijnaldum è un elemento che Mourinho conosce bene, per averlo avuto per tanti anni avversario in Premier. A novembre compie 32 anni, ma è un calciatore integro e con una gran voglia di rilanciarsi in vista del Mondiale. Finora non c’è accordo tra i due club, ma si continua a lavorare e la prossima settimana potrebbe essere qualla decisiva. Wijnaldum vuole la Roma, ma il club giallorosso deve far rientrare l’operazione nei propri parametri. Il problema è l’ingaggio e il prestito che la Roma non vuole vincolato all’obbligo. Friedkin, che ha ottimi rapporti con il presidente del Psg, ha dato l’ok all’operazione. La parte fissa del contratto di Wijnaldum non può superare quella offerta a Dybala, vale a dire 4,5 milioni. E’ una situazione sulla quale si continuerà a lavorare. La pista di Wijnaldum resta quindi molto calda.