Skip to main content

Test MotoGP, Marini primeggia a Mandalika. Marquez il migliore dei big

Secondo dei tre giorni di prove in Indonesia. Marini è il più veloce nella seconda giornata di test a Mandalika. Tra i top MotoGP, 4° Quartararo e 10° Bagnaia. Dieci piloti in mezzo secondo.

Terminata anche la seconda giornata di test MotoGP a Mandalika. Le condizioni rispetto alla prima giornata sembrano essere state migliori, con la striscia di pista asciutta e “pulita” da ieri e la possibilità per i piloti di incrementare i tempi e provare a essere più aggressivi per cercare nuove risposte dalle moto. Il più veloce è stato Luca Marini con la Ducati della VR46, che ha stampato il miglior tempo in 1’31”289 sul circuito indonesiano che nel 2022 debutta nel Motomondiale dopo essere stato tappa della Sbk. Vedere un pilota italiano su una moto italiana davanti a tutti è sempre una soddisfazione per i tifosi che seguono la MotoGP nel nostro Paese. “È stata una giornata molto buona, mi sono divertito moltissimo a guidare la moto – ha detto Luca Marini. Anche nel primo giorno di test mi ero trovato bene, ma adesso abbiamo fatto un bel passo in avanti, sia sull’elettronica sia sul setting. A poco a poco sto scoprendo il potenziale della Ducati su questo circuito. Dobbiamo continuare così, stiamo facendo un ottimo lavoro. Mi sento bene, mi diverto, ho buone sensazioni, la squadra mi fa sentire a mio agio sulla moto e mi aiuta a esprimermi al 100%. La Desmosedici 2022 è una grandissima moto, come lo era la 2021. Saranno cruciali le prime gare per capire quali sono i veri valori, è difficile intuirlo dai test. Il miglior tempo del fratello di Valentino Rossi è una grande iniezione di fiducia per la squadra del Dottore debuttante nel 2022 in MotoGP: decisive anche le condizioni della pista, che nel pomeriggio sono migliorate notevolmente consentendo ai piloti di cercare il time attack. Basti pensare che a circa 45’ dalla fine della seconda giornata era in testa Brad Binder, sudafricano della Ktm, mentre negli ultimi 25’ prima Quartararo poi Marini, poi soprattutto Marc Marquez — secondo alla fine della giornata — hanno incrementato il ritmo. Marini ha fatto 59 giri, al 57° ha fatto il suo miglior crono di 1’31”289. Ma tra i big, tra quelli che possono lottare per il Mondiale, il top di giornata è stato Marc Marquez, che ha fatto 74 giri e al penultimo ha firmato il suo tempo più veloce, a meno di due decimi dalla Ducati VR46. Terzo, ulteriore conferma dei progressi visti in questi test, Maverick Viñales con l’Aprilia RS-GP, che ha completato 68 giri come il detentore del titolo Fabio Quartararo, quarto.