Skip to main content

Mercedes, svelata la F1 W-13.

Presentata la monoposto con cui i campioni del mondo vogliono prendersi la rivincita su Max Verstappen e Red Bull nel Mondiale piloti

Dopo ben diciotto mesi di lavoro, il risultato che ne è venuto fuori è la nuova Mercedes-Amg F1 W13 E Performance, come recita il nome ufficiale della monoposto per il Mondiale F1 2022. W13 indica la tredicesima macchina firmata da Mercedes F1 dal rientro nel Mondiale nel 2010. “E Performance” sottolinea la natura ibrida dei modelli post-2014 in F1. La nuova monoposto di Stoccarda è tornata d’argento per questa nuova era tecnica della F1 e vuole ripartire dall’ottavo titolo costruttori. “Il Mondiale perso tra le polemiche all’ultima gara, dice Wolff, “è un’ombra che vogliamo lasciare alle spalle, vogliamo guardare al futuro”. Ma il fatto che la Fia abbia annunciato una ristrutturazione della sala controllo di gara, da cui è stato estromesso Michael Masi, è qualcosa che ovviamente è stato gradito: “Un passo nella giusta direzione” ha detto Toto Wolff. “La F1 W13 è stupenda, e speriamo sia stupenda anche in pista”. Lewis Hamilton è ricomparso dopo il difficile inverno ed è apparso pronto alla nuova sfida, quella di riprendersi la corona iridata che Max Verstappen gli ha soffiato, e raggiungere l’ottavo titolo: “E’ stato sicuramente un periodo complicato – ha detto riferendosi alla sconfitta di Abu Dhabi – ma non ho mai detto che mi sarei ritirato. Ho dovuto riflettere, focalizzarmi sul presente, circondato dalla mia famiglia, pensando ai ricordi belli e a tornare per attaccare di nuovo”. Per Lewis sarà la decima stagione con la Mercedes: “Sono eccitato per la macchina, dietro c’è stato un grande lavoro del team, 10 anni sono un privilegio, il viaggio è stato fenomenale, l’obiettivo è dare l’attacco all’ottavo titolo e fare qualcosa di inedito”. Una delle grandi novità del team sarà vedere George Russell accanto a Hamilton: “Per me cresciuto nel vivaio Mercedes è favoloso aver raggiunto il team di F1. Sarà una stagione eccitante per i grandi cambiamenti alle monoposto, per quello che c’è da imparare, noi piloti dovremo dare feedback e indicazioni importanti agli ingegneri e agli ingegneri e lavorare come team”.