Skip to main content

Pozzecco nuovo ct in lacrime: "Ho sofferto tanto per l'Italia"

Presentato il successore di Sacchetti sulla panchina della nazionale: “Il basket deve ritrovare la visibilità perduta”.

Si commuove fino alle lacrime Gianmarco Pozzecco, presentato oggi come nuovo commissario tecnico della nazionale di basket, al posto di Romeo Sacchetti: “E’ una grande responsabilità – le parole dell’ex playmaker in conferenza stampa – ringrazio il presidente Petrucci per avermi dato questa opportunità. Io e lui ci conosciamo da un po’, abbiamo un denominatore comune, un qualcosa che viviamo nello stesso modo, la grande considerazione per la maglia azzurra”. Il 49enne ex coach di Fortitudo e Sassari poi si commuove: “Pochi sportivi hanno sofferto come il sottoscritto la maglia azzurra. Sono stato escluso due volte da due competizioni a cui pensavo di dover partecipare, nel 1999 e nel 2003. Allora dissi che tifavo contro la Nazionale, ma in realtà tifavo contro la sofferenza, che mi lega ancora di più alla medaglia che abbiamo vinto ad Atene 2004. Non me ne vogliano i miei compagni di squadra, ma nessuno ha goduto come ho goduto io. Arrivavo da un vissuto estremamente rocambolesco” .Il presidente della Fip, Gianni Petrucci, lo ha accolto così: “Da oggi la tua vita cambierà, essere il ct è il massimo a cui un allenatore possa aspirare. Sei l’emblema del nostro movimento.” Investitura pesante, ma che Pozzecco è pronto a sposare in pieno: “Il mio ruolo sarò full time, perché penso ci sia la necessità per questo ruolo di avere non solo l’obiettivo di far vincere la Nazionale, ma anche di far crescere il movimento. Voglio che la pallacanestro ritrovi quella visibilità che non ha perso, ma che si è un po’ smarrita”.

Fonte immagine commons Wikimedia