Skip to main content

Panatta prende le difese di Matteo Berrettini sui social: “Lo state massacrando”

La leggenda del tennis italiano commenta il ritiro di Matteo dagli Australian Open e le successive polemiche che si sono scatenate sui social.

Matteo Berrettini è stato costretto a lasciare Melbourne senza nemmeno scendere in campo. Il tennista romano ha alzato bandiera bianca per l’ennesimo infortunio dell’ultimo periodo: questa volta un problema al piede destro lo ha costretto a rinunciare al match del primo turno, nel quale avrebbe dovuto affrontare il greco Stefanos Tsitsipas, finalista lo scorso anno nel Major australiano. Nelle ultime ore, sui social, si sono registrate le solite polemiche che lo accompagnano purtroppo da due anni a questa parte. Un vortice di critiche che ad Adriano Panatta non è andato giù. Queste infatti le sue dichiarazioni in difesa del giovane: “Purtroppo abbiamo perso Berrettini, si è ritirato dal tabellone principale perché ha ancora male al piede. È un peccato perché era andato fino in Australia, convinto evidentemente di poter giocare. Io voglio fare un appello perché sono disgustato da quello che sta succedendo sui social contro questo ragazzo che viene incolpato di avere una bella ragazza e di vivere una storia d’amore. Danno la colpa a Melissa Satta. Purtroppo i social li stanno massacrando, è veramente una cosa brutta, antipatica. Questa cosa non c’entra niente, lui purtroppo è stato sfortunato per un anno intero. La sfortuna lo colpisce ancora, speriamo che passi e possa tornare quello di due anni fa. Era tra i primi dieci del mondo, era in finale a Wimbledon, non dimentichiamolo. L’amore non ha mai fatto male a nessuno”.