Skip to main content

Pallanuoto: Settebello, dopo la Grecia si sfiderà con la Spagna

L’Italia batte la Grecia e conquista la settima finale della sua storia. Sandro Campagna può superare il Maestro Rudic.

Il Settebello conquista la settima finale mondiale della sua storia. L’Italia batte la Grecia e continua la sua crescita a Budapest. Tutti in piedi ancora e sempre per Sandro Campagna, che davvero supera il Maestro Rudic, il croato d’Italia che da allenatore ci ha fatto vincere tutto e insegnato la cultura del sacrificio e del gruppo. Stasera alle 20 il Settebello inseguirà il quinto oro mondiale e Campagna il suo quarto, terzo da allenatore. Ma intanto la sua Italia conquista la certezza della 22ª medaglia della spedizione azzurra da record a Budapest, inserendo anche la pallanuoto in un medagliere che ci vede al terzo posto generale dietro alle superpotenze Stati Uniti e Cina con tutte le discipline a segno, guidate dai 9 podi (con 5 ori) del nuoto tra le corsie e dai 6 (2 ori) di quello in acque libere, ben 4 targati Gregorio Paltrinieri. Senza contare il miracolo artistico (l’ex sincronizzato: 5 medaglie) e il riscatto dei tuffi con i baby Pellacani-Santoro.