Skip to main content

Nitto ATP: Djokovic parte forte

Novak Djokovic batte Stefanos Tsitsipas per 6-4 7-6 e centra così il nono successo consecutivo sul tennista greco.

E’ un Novak Djokovic in missione quello di questo autunno. Lo si è capito fin dal rientro, quanto tra i vari Tel Aviv, Astana e Parigi Bercy ha in sostanza lasciato ai propri avversari solo le briciole. Una sconfitta, in finale, proprio nella capitale francese, ma solo contro un Holger Rune in stato di grazia e in una partita – 7-5 al 3° set – che sarebbe potuta finire ovunque. Sono un obiettivo concreto per Nole queste ATP Finals. Lo sono perché portano in dote 1500 punti ATP – più che mai necessari per risalire in classifica dopo questo “particolare” 2022; e lo sono perché in fondo non le vince più dal lontano 2015. Troppo, per un giocatore del suo calibro e della sua ambizione.
Se n’è accorto subito Stefanos Tsitsipas, primo avversario di Djokovic in questo Gruppo Rosso. Nole è sceso in campo con una particolare attenzione al dettaglio, aggredendo fin da subito il greco in risposta e ottenendo ciò che era più importante: una partenza a razzo.
Un break, fin da subito, per mettere in chiaro quale sarebbe stata la serata. Uno svantaggio però – giusto dirlo – a cui Tsitsipas ha reagito con personalità. Nonostante l’avvio complicato il greco non ha perso la calma, ma anzi ha da subito intuito quanto sarebbe stato necessario alzare soglia di concentrazione e di conseguente efficienza tennistica. Dal servizio a una necessità di giocare un tennis più aggressivo, per evitare di farsi aggredire sul punto più debole: la diagonale del rovescio. Tsitsipas è riuscito a mettere in campo dopo i primi due game complicati una versione molto brillante di sé stesso. Tutto ciò però, ancora una volta, non è bastato.
Non è bastato perché per il greco è arrivata la nona sconfitta consecutiva contro Djokovic, la quarta di questo 2022. In generale, Tsitsipas non riesce più a battere Djokovic dai quarti di finale del torneo di Shanghai 2019: più di 3 anni. Un’indicazione non male per intuire quanto la classifica di questo strano 2022 – Djokovic qui è numero 7, Tsitsipas il 2 – sia per una volta piuttosto fasulla.