Skip to main content

Indonesia, vittoria di Oliveira. Bastianini resta in vetta al Mondiale

Sulla pista bagnata il portoghese trionfa. Morbidelli, primo degli italiani; Bastianini resta leader del mondiale.

A Mandalika il protagonista indiscusso è stato sicuramente Miguel Oliveira, che con la Ktm spariglia le carte e conquista un GP di Indonesia della MotoGP disputato in condizioni difficilissime: pista bagnata per il diluvio iniziato circa un’ora prima del via, gara accorciata, 20 giri invece di 27, e il via slittato alle ore 9.15 italiane, un’ora e un quarto dopo il previsto, per ragioni di sicurezza. Da questa lotteria emerge il portoghese, uno specialista del bagnato, che sul podio è accompagnato da Fabio Quartararo, secondo dopo un forcing finale che impensierisce un po’ Oliveira, e Johann Zarco, terzo con la Ducati Pramac. Il primo degli italiani è Franco Morbidelli, 7° con la Yamaha, mentre Enea Bastianini, 11° in difesa con la Ducati Gresini, conserva la vetta del mondiale con 2 punti di vantaggio su Brad Binder, 8° con la Ktm, e 3 su Quartararo. Dopo il forfeit di Marc Marquez, dopo il terrificante volo del warm up, che toglie un probabile protagonista sul bagnato, è ovviamente la pioggia a stravolgere programma e gerarchie tratteggiate dalle prove. Dopo il fulmine che si abbatte sulla pista prima del via, in gara la saetta è invece Oliveira, che scappa in avvio e regge alla distanza anche quando la pista inizia ad asciugarsi gradualmente e Quartararo recupera. Ai piedi del podio Jack Miller, 4° con la Ducati ufficiale che registra però la prova opaca di Pecco Bagnaia: il piemontese chiude solo 15° dopo aver rischiato anche di cadere.  Chiudono nei dieci: 5. Alex Rins con la Suzuki, dopo un avvio che pareva potesse promettere meglio; 6. il suo compagno Joan Mir , 9° Aleix Espargaro, con l’Aprilia e 10°, bravo, il debuttante Darryn Binder. Gara da dimenticare per Andrea Dovizioso, che si ritira per un problema, mentre Luca Marini è 14° dopo aver regalato qualche sprazzo a metà corsa. Fuori dai punti Di Giannantonio, 18°, e Marco Bezzecchi, 20°. Nessuno dei primi cinque, Oliveira, Quartararo, Zarco, Miller e Rins è stato fra i primi 5 in Qatar: la pioggia spariglia sempre le carte e Mandalika ce lo ha confermato.

Ecco l’ordine di arrivo del GP di Indonesia della MotoGP:

  1. Miguel Oliveira
  2. Fabio Quartararo
  3. Johann Zarco
  4. Jack Miller
  5. Alex Rins
  6. Joan Mir
  7. Franco Morbidelli
  8. Brad Binder
  9. Aleix Espargaro
  10. Darryn Binder
  11. Enea Bastianini
  12. Pol Espargaro
  13. Alex Marquez
  14. Luca Marini
  15. Francesco Bagnaia