Skip to main content

Mondiali Qatar: Portogallo Cristiano Ronaldo decide di lasciare la squadra

Dopo le clamorose indiscrezioni circolate in mattinata secondo le quali Cristiano Ronaldo avrebbe minacciato di lasciare il ritiro in Qatar dopo un confronto con il ct Fernando Santos

“La FPF (la Federcalcio portoghese, ndr) chiarisce che in nessun momento il capitano della Nazionale, Cristiano Ronaldo, ha minacciato di lasciare la squadra nel corso della spedizione in Qatar”. Questo uno dei passaggi del comunicato ufficiale attraverso il quale la Federazione portoghese ha voluto (e dovuto) smentire le indiscrezioni circolate in mattinata secondo le quali CR7 avrebbe minacciato di lasciare il ritiro del Portogallo dopo un confronto con il commissario tecnico Fernando Santos. Ronaldo, che ha perso il posto da titolare contro la Svizzera nel match vinto 6-1 dai lusitani agli ottavi di finale, non sta certo attraversando il miglior momento della propria carriera, anzi: oltre a essere senza squadra, ha assistito dalla panchina alla tripletta rifilata alla Svizzera dal suo sostituto, Gonçalo Ramos, e con ogni probabilità non sarà schierato titolare da Santos nemmeno nel prossimo match contro il Marocco valido per i quarti di finale.

IL COMUNICATO DELLA FEDERCALCIO PORTOGHESE

Le indiscrezioni sul clamoroso gesto di Ronaldo hanno spinto la Federcalcio portoghese a diramare un comunicato ufficiale per fare chiarezza: “Secondo alcune notizie di oggi (giovedì, ndr) Cristiano Ronaldo avrebbe minacciato di lasciare la Nazionale durante una conversazione con Fernando Santos, il commissario tecnico”.
“La Federazione chiarisce che in nessun momento il capitano della Nazionale, Cristiano Ronaldo, ha minacciato di lasciare la squadra. Cristiano Ronaldo costruisce ogni giorno una storia unica, al servizio della Nazionale e del Paese, che va rispettata e che attesta il suo indiscutibile impegno verso la Seleção”.
“Impegno che – qualora ce ne fosse bisogno – è stato dimostrato anche nella vittoria contro la Svizzera agli ottavi di finale. La Nazionale (giocatori, allenatori e staff della Federazione) è, come dal primo giorno, pienamente impegnata ed entusiasta nel proseguire quella che il Paese vuole sia la migliore partecipazione di sempre del Portogallo a un Mondiale“.