Skip to main content

Mondiali Qatar: Argentina analisi della squadra

La squadra di Lionel è a caccia del terzo titolo mondiale e arriva in Qatar con tutte le carte in regola per conquistarlo

L’Argentina arriverà alla Coppa del Mondo FIFA Qatar 2022 portando con sé aspettative che non erano mai state così alte negli ultimi tempi. La vittoria nella Coppa America 2021, conquistata sul suolo brasiliano del Maracanà, ha dato impulso ai sogni di un Paese che ha un solo obiettivo in testa: sollevare la Coppa del Mondo per la terza volta nella storia. L’indiscusso leader della squadra è ancora Lionel Messi, giunto alla sua quinta e probabilmente ultima apparizione in una fase finale del Mondiale; perciò, è chiaro come vi siano molteplici ragioni per le quali l’Albiceleste debba essere inserita fra le pretendenti al titolo.

Il percorso di qualificazione si è rivelato una formalità per una nazionale che sta continuando a sorprendere. Undici vittorie, sei pareggi e nessuna sconfitta, per un totale di 39 punti complessivi, valsi il secondo posto dietro al Brasile, a +11 sull’Uruguay che è giunta terza. Numeri significativi, ma lo è ancora di più la maniera in cui sono stati raggiunti, senza dimenticare il titolo continentale vinto lo scorso anno che non ha fatto altro che alimentare ancora di più il desiderio di compiere l’impresa.

Dopo la sconfitta contro la Francia a Russia 2018 e l’addio di alcuni grandi protagonisti della formazione che andò vicina al titolo a Brasile 2014, le prospettive argentine sembravano cupe. All’incognita sul potenziale della nuova generazione di calciatori che si stava affacciando sulla scena, si aggiungevano le remore di diversi allenatori ben conosciuti che avevano declinato la proposta di sedere su una panchina ritenuta scomoda per le eccessive pressioni esistenti.

Claudio Tapia, il presidente dell’AFA – la federcalcio argentina – decise di dare fiducia a Lionel Scaloni, un allenatore ancora tutto da scoprire a certi livelli quattro anni or sono, già presente fra i componenti dello staff  del precedente c.t. Jorge Sampaoli e incaricato dapprima “ad interim” e poi, dall’autunno 2018, a titolo definitivo. Una scelta rivelatasi azzeccata.

Dopo tanto lavoro, Scaloni si appresta a portare in Qatar una squadra dotata di grande autostima e capace di mettersi alle spalle le delusioni del recente passato, grazie all’aver superato lungo il cammino ostacoli psicologici non banali.

Con l’acume tattico di Scaloni, una formazione-tipo ben delineata, l’intramontabile leadership di Leo Messi e l’avvento di alcuni volti nuovi desiderosi di dare tutto per la maglia, l’Argentina sembra avere le carte in regola per andare a caccia della terza Coppa del Mondo in Medio Oriente.

Prossime partite Argentina

Argentina-Arabia Saudita – martedì 22 novembre ore 13:00 (ora locale)
Argentina vs Messico – sabato 26 novembre ore 22:00 (ora locale)
Argentina vs Polonia – mercoledì 30 novembre ore 22:00 (ora locale)