Skip to main content

L'Europa League è dell'Eintracht: Rangers ko ai rigori

La formazione tedesca trionfa ai calci di rigore dopo l’1-1 al termine dei 120′. Borré segna l’ultimo rigore, decisivo l’errore dell’ex Juve.

Nella finale di Europa League fra Rangers e Eintracht a trionfare sono i tedeschi, ma lo fanno ai calci di rigore (totale 6-5), al termine di una finale estremamente equilibrata. Al 120′ era finita 1-1 con i gol di Aribo al 57′ e Borré al 69′. Dagli undici metri l’errore decisivo è quello dell’ex juventino Ramsey. L’ultimo rigore dell’Eintracht (che ha fatto 5 su 5) lo realizza Borrè. Si tratta del secondo titolo internazionale per il club di Francoforte che nel 1980 vinse la Coppa Uefa. La Spagna porta bene all’Eintracht che lì, su sei precedenti, non ha mai perso. Quello di oggi era il secondo scontro diretto fra Eintracht e Rangers: nel 1960 i tedeschi si imposero nella semifinale della Coppa dei Campioni con un clamoroso 12 a 4 maturato fra andata e ritorno. L’Eintracht sarà la quinta tedesca ai gironi della prossima Champions, insieme a Bayern, Dortmund, Leverkusen e Lipsia.