Skip to main content

Juve, ultima allo Stadium per Dybala e Chiellini: l'omaggio dei tifosi

La tribuna omaggia il capitano bianconero con una coreografia, tanti gli attestati di affetto anche per la Joya.

All’Allianz Stadium una serata di addii, amari e dolci. Il saluto amaro è quello di Paulo Dybala, che lascia la Vecchia Signora per una decisione non sua, frutto di un cocktail mortale di circostanze in grado di strappare anzitempo le ultime pagine di una storia che poteva (e doveva) essere perfetta. Il saluto dolce è quello di Giorgio Chiellini, che archivia 17 anni in bianconero nel nido che lo ha visto crescere come giocatore e come uomo. Un nido che questa sera lo ha avvolto da applausi, lacrime e musica. Un grazie risuonato per tutto lo stadio, a partire dal minuto 17: Giorgio ha lasciato il campo proprio in quel momento, a simboleggiare il numero delle annate spese in bianconero. La cerimonia è proseguita dopo la partita, con Chiellini che ha occupato la metà campo dello Stadium. Un gioco di luci, un video tributo, i compagni ad applaudirlo. Il congedo perfetto. E nel mezzo dei festeggiamenti, scoppiano a dirotto le lacrime di Dybala: la Joya cammina verso la curva, accompagnato da un pianto violento, colmo d’amarezza. Un pianto che va a sfogare degli anni difficili, tormentati dagli infortuni, la conseguente discontinuità sul campo e nei rapporti con la dirigenza bianconera. Anche Dybala arriva al capolinea, ma per lui nessuna festa ufficiale. Davanti a lui scorrono le immagini del suo capitano, della bandiera eterna ed intonsa che anche lui avrebbe potuto essere, e per poco non lo è stato.