Skip to main content

Juve, per Pogba e Di Maria ci siamo: serve l'ultimo sforzo

Se l’arrivo di Pogba è solo una questione di ore, per l’argentino bisogna aspettare: la partita contro l’Italia ha confermato la sua classe.

Il mercato della Juve, almeno in questa fase, ruota attorno a due obiettivi in particolare: Paul Pogba e Angel Di Maria. Entrambi a parametro zero, entrambi espressamente richiesti da Max Allegri. Ma se per Pogba sembra solo questione di tempo prima di poter celebrare il secondo capitolo dell’operazione Pogback, sul fronte Di Maria ci si prepara a giorni di riflessioni. Sono quelle dell’argentino, che ha incassato una doppia offerta da parte della Juve e deve rispondere: il club bianconero preferirebbe ingaggiarlo per almeno due stagioni, El Fideo non ha intenzioni di cambiare i programmi di rientro in Argentina tra dodici mesi, per far quadrare i conti la Juve ha preparato una proposta biennale e una di un anno ma con ingaggi sensibilmente differenti al netto delle tasse. È l’effetto Decreto Crescita, la Juve pur provando ad accontentare Allegri nell’arrivare in ogni caso a Di Maria, non ha intenzione di alzare il capitolo della spesa annuale messa in preventivo. Così ha dettato le proprie condizioni, ribadendo in ogni caso la totale volontà di portare Di Maria a Torino. Pure Di Maria ha manifestato l’interesse a chiudere la sua carriera europea con la Juve, allora dalla Continassa si chiede almeno un passo nei propri confronti.  Angel prende tempo per riflettere. Per il momento ha dato priorità alla Juve, non sarebbe però un problema enorme trovare un’altra squadra per giocatore del suo livello, in Spagna degli approcci con Barcellona e Atletico Madrid ci sono stati. «In Italia mi aspettano? Bisogna essere tranquilli, per ora penso alla Nazionale, poi alla famiglia e alle vacanze. Con calma vedremo futuro e mercato», ha commentato dopo Italia-Argentina. Nel frattempo è tutto pronto per il ritorno di Pogba. Negli scorsi giorni a Montecarlo un nuovo incontro con Rafaela Pimenta è servito per limare ulteriormente i dettagli, ingaggio da 8 milioni più bonus per tre anni con opzione per il quarto. Ora è solo questione di tempo, aspettando Di Maria sembra proprio Pogba il primo regalo della Juve ad Allegri.

Fonte immagine: sbonsi / Shutterstock.com