Skip to main content

Insigne saluta Napoli: "L'amore per questa maglia è per sempre"

Il capitano all’ultima partita in casa: “Abbiamo gioito e sofferto, a volte litigato, ma sempre insieme”

Ultima partita per Lorenzo Insigne con la maglia del Napoli allo stadio Maradona. Il capitano dei partenopei, che ha già firmato con Toronto, è stato premiato da De Laurentiis, Spalletti e Mertens in mezzo al campo prima del fischio d’inizio del match contro il Genoa. Tra gli applausi il numero 21 ha preso la parola per salutare il suo pubblico e si è commosso: “Grazie a una città che mi ha dato tanto. Abbiamo gioito e sofferto, a volte litigato, ma sempre insieme, come una grande famiglia. Stare a Napoli è stata una meravigliosa esperienza, ma anche una grossa responsabilità che ho accettato con fierezza. Lasciare Napoli significa lasciare casa, mi mancherete sempre. Abbiamo collezionato momenti indimenticabili, ho sempre dato tutto ciò che avevo. Grazie di cuore, forza Napoli sempre”. Un ulteriore commiato Insigne lo ha dato a fine partita, dopo aver battuto il Genoa anche grazie a un suo gol su rigore: “Ringrazio tutti i tifosi che sono venuti allo stadio e che sono venuti a incitarmi, per me è una gioia immensa. Napoli è casa mia, appena avrò tempo tornerò qui, non dimenticherò mai niente. I ricordi belli? Sono tantissimi, ma non voglio ricordare solo singoli episodi, voglio ricordare tutti e 10 gli anni che ho trascorso qui. Ci sono stati momenti belli e meno belli, ma con i tifosi siamo sempre stati uniti. Perché ho sempre voluto restare a Napoli? È troppo forte l’amore per questa maglia e per questa città, ma a un certo punto bisogno fare delle scelte. Purtroppo abbiamo fatto questa scelta io e la società, non abbiamo rimpianti. Ringrazio tutti i tifosi del Napoli per il grande affetto che porterò sempre nel cuore. Il mio grazie va tutti gli allenatori che ho avuto, Benitez, Sarri e poi Hamisk, Reina, Callejon… E tanti altri. Hanno speso tante belle parole per me, vuole dire che qualcosa di buono ho fatto. I miei figli? Spero che quando cresceranno si parlerà ancora del papà e del suo Napoli, poi ci sarà tanto tempo per parlarne, ci sono tante immagini e capiranno tutto. Se mi sarebbe piaciuto chiudere la carriera qui? Non voglio parlare di questo, anche se sarò lontano farò il tifo per il Napoli e appena posso verrò allo stadio per vedere questa squadra”.