Skip to main content

Infortunio Szczesny, prognosi ancora da definire

Dopo la distorsione alla caviglia escluse fratture, ma legamenti da rivalutare: salta di sicuro Fiorentina e Psg.

L’altra sera all’Allianz Stadium  Szczesny dopo essere atterrato male sul piede destro a seguito di un’uscita alta, ha iniziato a urlare sdraiato non pensando minimamente alla porta e al gol che lo Spezia in quel frangente avrebbe potuto realizzare se solo si fosse impossessato del pallone per spedirlo tra i pali sguarniti. Troppo plateale il modo in cui si dimenava per il dolore, nessuna finzione. Tutto vero purtroppo per lui e per la Juventus. Il trauma distorsivo alla caviglia destra lo costringerà sicuramente a saltare la trasferta di domani a Firenze e il Psg, per il futuro resta un punto di domanda dopo l’esito dei primi accertamenti strumentali a cui si è sottoposto. “A seguito del trauma riportato alla caviglia destra, Szczesny è stato sottoposto ad esami radiologici al J|medical che hanno escluso fratture e significative lesioni capsulo legamentose. La sua disponibilità sarà valutata in funzione dell’evoluzione della sintomatologia”. Purtroppo il fatto che vengano escluse “solo” significative lesioni capsulo legamentose, dovrebbe voler significare che a causa del notevole gonfiore non è possibile al momento vedere e capire in maniera più precisa la situazione clinica dell’articolazione. Impossibile dunque vederlo aggregato al gruppo bianconero che andrà oggi a Firenze per la sfida di domani con la Fiorentina dove toccherà ancora una volta a Mattia Perin difendere i pali della Juventus. Un avvio sfortunato per il polacco che dopo aver saltato Sassuolo e Sampdoria per la lesione all’adduttore rimediato nel test con l’Atletico Madrid era rientrato come titolare contro la Roma prima di dover abbandonare in barella il campo sul finire del primo tempo del match con lo Spezia. A questo punto, salvo complicazioni, il portiere potrebbe sperare e pensare di tornare disponibile per la gara di domenica 11 con la Salernitana ma molto dipenderà non soltanto dal livello del dolore ma anche dal tempo che servirà perchè si sgonfi la caviglia.