Skip to main content

GP Spagna, Verstappen trionfa e vola in testa. Ferrari: il motore ferma Leclerc

Ventidue giri di dominio di Leclerc poi cede il motore. Festa Verstappen al quale stava andando tutto storto.

Proprio quando sembrava di assistere a un GP di Spagna perfetto, milioni di cuori rossi sono andati in frantumi al 28° giro di gara, quando la power unit ha tradito Charles Leclerc, fino a quel momento autorevolmente al comando. Max Verstappen e la Red Bull, anche loro in difficoltà con un Drs difettoso, non potevano chiedere di meglio e non si sono fatti pregare: vittoria e sorpasso in testa alla classifica. Per Leclerc è un primo zero in campionato dal costo enorme. La Red Bull ha completato la sua magica giornata col secondo posto di Sergio Perez, autore del giro veloce, mentre terzo è giunto George Russell, sempre più positivo con la Mercedes. La Ferrari si consola col quarto posto di Carlos Sainz, che però né in partenza né in gara è riuscito a brillare. Quinto Lewis Hamilton, autore di una grande rimonta dall’ultimo posto, poi ottimo sesto Valtteri Bottas con l’Alfa Romeo. Settimo Esteban Ocon con l’Alpine, ottavo Lando Norris con la McLaren, nono Fernando Alonso, decimo Yuki Tsunoda.