Skip to main content

Frank Ribery addio al calcio giocato

Emozioni forti all’Arechi prima di Salernitana-Spezia. Abbracci e lacrime nell’ultimo giro di campo con la maglia numero 7 di Franck Ribery

Lacrime e gratitudine. E’ stato all’insegna dell’emozione e della commozione l’ultima da calciatore di Franck Ribery all’Arechi. Il talentuoso 39enne francese, che ieri ha ufficializzato l’addio al calcio giocato, ha indossato per ultima volta la maglia numero 7 della Salernitana. All’ingresso in campo Franck ha trovato Danilo Iervolino, il presidente della Salernitana che gli ha dedicato il primo abbraccio: a seguire è arrivato quello di tutti i compagni di squadra che continueranno a vederlo al campo, visto che da oggi Ribery entrerà ufficialmente a far parte dello staff di mister Davide Nicola in qualità di collaboratore.
Poi, mentre i giocatori si scaldavano per preparare il match contro lo Spezia, è iniziato il giro di campo per tutto lo stadio con sosta davanti alla curva Sud, laddove è presente la frangia più calda del tifo, che gli ha dedicato un lungo striscione col messaggio: “Le luci non puoi spegnerle”. Franck non ha mai smesso di mostrare le proprie emozioni e piangere in ogni momento di questo pomeriggio triste, indimenticabile ma del quale gli rimarrà indelebile il ricordo e l’affetto di una città intera e di tutti coloro che amano e hanno amato l’estro e la pedata di uno straordinario interprete del bel calcio.