Skip to main content

Feyenoord - Lazio 1-0 la squadra di Sarri retrocede in Conference League

La Lazio spreca tanto nel primo tempo e subisce nella ripresa un gol di Gimenez. Finisce 1-0

Un palo, un primo tempo a tratti dominato, tante occasioni e la netta sensazione di essere una squadra superiore. Ma alla fine, tutto questo, senza gol, non basta. Si lecca le ferite la Lazio che nella bolgia del de Kuip di Rotterdam finisce nel trappole studiato a regola d’arte dal Feyenoord. I biancocelesti di Sarri non sfruttano infatti le occasioni di Felipe Anderson, di Cancellieri e di Lazzari nel primo tempo; subendo – nella ripresa – il classico gol-beffa. In primis perché contestato e contestabile, con una mezza spinta di Gimenez su Patric che finisce con lo sbattere addosso a Provedel; da lì il portiere che manca la presa per il gol dei padroni di casa che a quel punto sublimano il loro piano. Da quel momento in poi infatti il pubblico fa ancora più rumore e gli olandesi la buttano “in rissa”; l’arbitro abbocca e fischia tanto, spesso a senso unico – la Lazio terminerà con 7 ammoniti e un espulso – e il Feyenoord ottiene ciò che vuole: chiudersi a riccio e non giocare quasi più. La Lazio perde così l’occasione di qualificarsi direttamente agli ottavi di Europa League – sarebbe bastato un pareggio – e si lecca le ferite per un beffardo terzo posto. Tutte appaiate a quota 8 punti in un clamoroso Gruppo F, la squadra di Sarri paga quella goleada subita dal Midtjylland terminando così alle spalle dei danesi e del Feyenoord a lungo ultimo ma alla fine clamorosamente primo. I biancocelesti finiscono così in Conference League dove giocheranno gli spareggi con le seconde del girone: appuntamento al 16 e 23 febbraio. Sorteggio lunedì 7 novembre alle ore 14:00.