Skip to main content

F1: Gran Premio Stati Uniti, FP1 vedono un Sainz velocissimo a seguire Vestappen e Hamilton

Prima sessione di prove libere sul circuito COTA: miglior tempo per Carlos Sainz 1:36.857 con 224 millesimi su Max Verstappen

Il weekend del Gran Premio degli Stati Uniti di Formula Uno si è aperto con una FP1 indiscutibilmente interessante in virtù dei tanti volti nuovi saliti sulle monoposto nell’ora iniziale di prove libere. Si pensi che hanno girato la bellezza di cinque piloti non titolari! D’altronde le regole 2022 impongono che ogni squadra utilizzi un uomo differente dal tandem canonico in almeno due FP1 a scelta nell’arco della stagione. Tanti team hanno quindi optato per Austin quale contesto dove mettere a disposizione una delle proprie vetture a un terzo driver.

Fra di essi anche la Ferrari, che ha schierato Robert Shwartzman al posto di Charles Leclerc. Inoltre la McLaren si è avvalsa di Alex Palou; l’Alfa Romeo ha provato Theo Pourchaire; la Haas è tornata a usare Antonio Giovinazzi e, infine, la Williams ha presentato Logan Sargeant. Insomma, una FP1 decisamente meno banale rispetto alle abitudini. Proprio il pugliese si rende subito protagonista, seppur in negativo. Dopo pochi minuti perde il controllo della propria monoposto nello snake e va a sbattere contro le barriere, danneggiando irreparabilmente la frizione della sua Haas. La sua FP1 finisce prima ancora di iniziare.