Skip to main content

È morto Bruno Bolchi, l'ex Inter e Torino aveva 82 anni

Maciste, come era soprannominato, fu il primo calciatore ad apparire sulle figurine Panini.

È lutto nel mondo del calcio: è morto questa notte, in una clinica a Firenze, Bruno Bolchi. L’ex calciatore e allenatore aveva 82 anni e da tempo viveva a Pieve a Nievole (Pistoia). Da qualche giorno era ricoverato a Villa Donatello per l’aggravarsi delle condizioni di salute, dopo aver già sconfitto molti anni fa un tumore al rene. Nato a Milano il 21 febbraio 1940, esordì in Serie A con i nerazzurri a soli 18 anni e 86 giorni in una trasferta a Napoli (sconfitta 1-0). Appena tre anni dopo indossa già la fascia di capitano nell’Inter di Helenio Herrera. 125 presenze e 10 reti totali con la Beneamata prima di trasferirsi al Verona. Poi ha vestito le maglie di Atalanta e Torino prima di chiudere la carriera alla Pro Patria a 30 anni. Diventò allenatore con la Pro Patria in Serie C, agli inizi con il doppio ruolo di allenatore-giocatore. Nel 1983 passò al Bari del presidente Vincenzo Matarrese e guidò i biancorossi alle promozioni consecutive dalla Serie C1 alla Serie A. Tra le imprese con il Bari nella Coppa Italia 1983-1984 l’eliminazione della Juve agli ottavi e della Fiorentina ai quarti. Come tecnico ha conquistato 4 promozioni in Serie A con Bari (1984-85), Cesena (1986-87), Lecce (1992-93) e Reggina (1998-99), più 2 in B con Bari (1983-84) e Pistoiese (1976-77). Il suo soprannome, Maciste, se lo guadagnò all’Inter per il suo fisico possente. Fu anche il primo calciatore, nel 1961, ad apparire sulle figurine della Panini.