Skip to main content

Coppa Italia: Fiorentina-Sampdoria 1-0

 I voti ai protagonisti della sfida del Franchi. Nella viola Kouame è il più vivace, Barak decide la sfida. Jovic sbaglia ancora sotto porta.

Una girata a mezza altezza di Barak nel primo tempo e la Fiorentina stacca il pass per i quarti di finale di Coppa Italia dove, il primo febbraio al Franchi, sfiderà il Torino in gara secca. Di fronte a 10 mila spettatori e anche al presidente viola Rocco Commisso, appena tornato dagli Stati Uniti, la Fiorentina conquista il passaggio del turno in una gara non certo da ricordare esteticamente. Ma in questo momento, per la squadra di Italiano, conta la concretezza. Così come in campionato, dove grazie a una rete su rigore al 91′ col Sassuolo, si era aggiudicata i tre punti. Ne sa qualcosa anche la Sampdoria, che è chiamata a una scossa per evitare il baratro della retrocessione. Per la squadra di Stankovic da segnalare un colpo di testa di Rincon che si stampa sulla traversa nel primo tempo, poi praticamente il vuoto. A parte l’espulsione rifilata a Murillo per doppia ammonizione nel finale. Per la Fiorentina, invece, un gol annullato a Jovic per fuorigioco e poi quel tiro del serbo da posizione più che ravvicinata che finisce clamorosamente sul fondo. Festeggiano i tifosi viola, mentre Stankovic dovrà pensare alla trasferta di Empoli di lunedì prossimo. Per Italiano appuntamento domenica sera all’Olimpico, contro la Roma.

Nella ripresa il copione della partita non cambia. Gli allenatori attuano una rotazione, pensando al campionato e al dispendio di energie che dovranno essere riservate per il fine settimana. La Fiorentina permette a Gonzalez di immagazzinare altri minuti, mentre Stankovic dà spazio anche a Yepes. I viola giocano, o almeno tengono il pallone tra i loro piedi, perché poi di occasioni non se ne ricordano. La gara scorre fino al triplice fischio, sotto gli occhi del presidente Commisso appena tornato dagli Stati Uniti. Nel finale il rosso a Murillo per doppia ammonizione. Fiorentina avanti ai quarti di finale, dove il primo febbraio sfiderà al Franchi il Torino che ha eliminato a sua volta il Milan. Per la squadra di Stankovic il campionato adesso dice Empoli, dove lunedì prossimo andrà in scena un’altra gara da dentro o fuori per la stagione dei doriani.