Skip to main content

Chiellini dice addio alla Nazionale: “Saluto l’Italia a Wembley”

Il difensore: “In Nazionale sarà la mia ultima partita di sicuro”. E dopo il campionato prenderà la decisione tra Juve e nuova vita in Usa

Dopo il successo della Juventus sul campo del Sassuolo, Giorgio Chiellini ha annunciato di aver deciso il giorno in cui scriverà la parola fine, intanto alla sua carriera in Nazionale: Italia-Argentina del 1° giugno a Londra, gli azzurri di Euro 2020 contro i detentori della Coppa America. “È normale a 38 anni fermarsi e capire delle cose. Se sto bene gioco e salutiamo la Nazionale a Wembley, dove ho raggiunto l’apice della mia carriera. Sarebbe il top salutare la maglia azzurra con una partita celebrativa come quella con l’Argentina: in Nazionale sarà l’ultima sicuro. Lasciamo spazio ai ragazzi che son bravi”. Intanto è al suo probabile ultimo mese anche in bianconero, anche se per ora glissa: “Lasciamo passare questo quarto posto importante, la finale di Coppa Italia, poi capirò con le mie due famiglie, quella a casa e quella al campo, cosa fare il prossimo anno. Ma ho 38 anni, è normale a fine anno mettersi lì e pensare un po’ alle varie cose”. Arrivato all’estate scorsa, quella della gioia azzurra all’Europeo, col contratto scaduto, Chiellini era rimasto alla Juventus firmando un nuovo biennale, dunque con scadenza 2023. L’obiettivo dichiarato era quello di arrivare al Mondiale di Qatar 2022, ma la mancata qualificazione azzurra ha cambiato il panorama. Adesso ha tre strade aperte davanti: l’esperienza in Mls negli Stati Uniti, che è quella di cui parla da tempo, oppure l’inizio da subito del percorso dirigenziale che è notoriamente nel suo futuro, ma sullo sfondo si è profilata anche un’idea tutta da definire di restare nel gruppo azzurro con un ruolo diverso.