Skip to main content

Champions League: niente da fare per la Juventus di Allegri che perde per 4-3 contro il Benfica

La squadra di Allegri esce sconfitta dal Da Luz al termine di un match ricco di emozioni.

La Juventus esce dalla Champions League e lo fa dopo una partita pazzesca in casa del Benfica. La squadra di Schmidt parte forte e alla prima vera palla gol passa in vantaggio con un colpo di testa di Antonio Silva. I bianconeri reagiscono e il pari arriva dopo neanche 5 minuti, tocco in mischia di Vlahovic e rete convalidata dal Var. Un tocco di mano di Cuadrado (involontario) costa subito un rigore alla Juve, poi realizzato da Joao Mario. L’ex Inter serve l’assist del terzo gol a Rafa Silva, esecuzione fantastica.

Ancora Rafa Silva trova il poker al 50’ e il match sembra finito. Allegri manda in campo i giovani Iling Junior e Soulé a 20 minuti dalla conclusione e la partita si riapre. Milik e McKennie trovano i gol della speranza, Gatti sfiora il pareggio al 91′.