Skip to main content

Champions League: il Napoli perde ad Anfield ma resta primo nel suo girone

Liverpool-Napoli, match valido per l’ultima giornata del girone A di Champions League, è terminato sul punteggio di 2-0

Il Liverpool è una macchina europea. Un po’ come l’ultimo Milan di Berlusconi, che in campionato stentava ma in Europa macinava finali su finali. I Reds non stanno andando affatto bene in Premier League, ma in Champions volano alla velocità della luce. Un paio di mesi fa hanno preso una sberla memorabile al Diego Armando Maradona di Napoli, schiacciati e triturati dalla creatura di Spalletti; stasera l’hanno parzialmente restituita con un 2-0 maturato negli ultimi 10 minuti grazie ai calci piazzati. Due gol fotocopia: uno di Salah (che pareggia il record di gol europei di Gerrard con la maglia del Liverpool) e uno di Darwin Nunez, per un punteggio che è rimasto in bilico fino al tap-in vincente dell’ex Benfica. Klopp può sorridere: un risultato che da morale e fiducia in vista degli ultimi impegni prima del Mondiale; Spalletti invece non si dispera: sconfitta indolore. Prima o poi il Napoli doveva inciampare in questa stagione: meglio farlo oggi, in una partita come questa, piuttosto che a marzo, quando il palio ci saranno lo scudetto e i quarti di finale.