Skip to main content

Benzema accusato di aver legami con i fondamentalisti islamici “Fratelli musulmani”

Il ministro degli Interni francese, Gérald Darmanin, ha accusato Karim Benzema di avere legami con l’organizzazione islamica radicale dei “Fratelli Musulmani”. 

Karim Benzema, attaccante dell’Al Ittihad, è stato menzionato dal ministro degli Interni francese, Gérald Darmanin, durante un’intervista. Darmanin ha infatti dichiarato che “il signor Karim Benzema ha notori legami, come tutti sappiamo, con l’organizzazione dei Fratelli Musulmani”. C’è chi ha subito gridato al terrorismo, ma è bene ricordare che quello dei “Fratelli Musulmani” è un movimento politico-religioso fondato nel 1928 da Hasan al-Banna che, tra anni ’30 e anni ’50, si impegnò in una politica antibritannica durante la rivoluzione degli ufficiali liberi in Egitto.  Si tratta di un gruppo politico-religioso radicale, ma non quindi terroristico. L’accusa, seppur velata, del ministro degli Interni comunque permane, e arriva a poche ore di distanza dalla presa di posizione che lo stesso Benzema aveva assunto a sostegno di Gaza. “Tutte le nostre preghiere per gli abitanti di Gaza, ancora una volta vittime di questi ingiusti bombardamenti che non risparmiano né donne né bambini”. Al momento non è arrivata alcuna replica da parte del giocatore.